6 Luglio Lug 2015 1830 06 luglio 2015

In prima linea contro L'Isis

Canadese, ex modella, ha lasciato tutto ed è andata a combattere con l'esercito curdo contro lo Stato islamico. L'ha fermata la malnutrizione ma sta già progettando di ritornare.

  • ...
tiger 3

Lasciarsi la propria vita alle spalle e andare a combattere contro l'Isis in Siria. È stata la scelta coraggiosissima di Tiger Sun che dal marzo al giugno 2015 si è unita ai combattenti curdi dell'Unità di Protezione Popolare (YPG) fin a quando la malnutrizione l'hanno costretta a fare ritorno a casa «Ero diventata un pericolo per gli altri», ha detto in un'intervista al Daily Mail. L'ex modella canadese, 46 anni e una figlia già grande, ha raccontato il perché della sua scelta e gli orrori a cui ha assistito vivendo la battaglia in prima linea e in prima persona.

L'INFERNO VISSUTO IN PRIMA LINEA
Al magazine britannico ha raccontato di aver dovuto assistere alla morte di una bambina, saltata in aria con una mina, perché nessuno dei curdi aveva una una formazione medica. Ha rivelato di aver pestato accidentalmente un dito mentre era in pattuglia, e di non essere riuscita a individuare le altre parti del corpo. «Sono sempre stata trattata da pari a pari e ho combattuto fianco a fianco agli uomini». Il primo marzo 2015, dopo essere stata lasciata da un uomo libanese che stava per sposare e aver visto un video di propaganda dell'Isis con protagonista John McGuire, il jihadista di Ottawa, ha deciso di agire in prima persona. Con niente più che una superficiale formazione su come si spara è stata spinta direttamente in battaglia.

PARITÀ FRA UOMINI E DONNE
Potreste avere accanto un uomo o una donna, non fa differenza. Tutti siamo in primo luogo soldati. Non sono mai stata trattata da inferiore o infastidita. Tiger non ha mai ucciso nessuno, direttamente. «Avevo portato in guerra con me il mio binocolo, quindi ero più che altro addetta agli appostamenti», ha raccontato. «Eppure ho visto chi ha ucciso passare attraverso euforia, senso di colpa, disperazione, rimorso. So che farlo avrebbe potuto rovinare il resto della mia vita». Affetta da malnutrizione a causa della dieta vegetariana priva di proteine, è stata costretta a lasciare il campo di battaglia a fine giugno. «Le mie gambe hanno letteralmente ceduto sotto il peso dell'attrezzatura. Ero diventata pericolosa per gli altri soldati».

Tiger Sun ha un passato da modella in Canada.

© Tiger Sun

«HO SCOPERTO CHE MO PIACE COMBATTERE»
Da inizio luglio è a casa  a Vancouver, ma sta già considerando il ritorno in Siria. Gli uomini dell' Isis non le fanno paura: «Sono solo un gruppo di piccoli uomini folli con le barbe. Disadattati sociali che fingono di essere qualcosa di più grande di ciò che sono in realtà». Voglio tornare perché amo la YPG e gli amici che mi sono fatta. E anche perché ho scoperto che mi piace combattere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso