2 Luglio Lug 2015 1116 02 luglio 2015

Donne e vita (sott'acqua) in mostra

Figure lievi come sirene, eppure quotidiane nei gesti e nelle ambientazioni, compongono la mostra AquaDominaVitae di Elisa Chinello. L'appuntamento è dal 3 al 6 luglio alla Triennale di Milano.

  • ...
AquaDominaVitae_donna50

Nulla può sopravvivere in assenza di acqua. E l'acqua, come la donna, è creatrice e portatrice di vita. È partita da qui la fotografa Elisa Chinello per realizzare la mostra AquaDominaVitae, un racconto per immagini che abbraccia tutte le culture del pianeta. Che le rende vicine, 'immergendone' letteralmente i simboli nello stesso elemento. Una riscoperta inedita del binomio femminilità e acqua che i visitatori potranno esplorare dal 3 al 6 luglio, dalle 10 alle 19, nello spazio TIM4Expo alla Triennale di Milano. Quattro le aree affrontate all'interno del percorso espositivo: la dona-madre che dona la vita, la cresce e la protegge, la donna che si prende cura della terra, il suo ruolo di depositaria del sapere e delle arti legati alla nutrizione e alla preparazione del cibo, il suo essere veicolo di conoscenza di generazione in generazione. Figure lievi ed eteree come sirene, eppure quotidiane nei gesti e nelle ambientazioni, come il momento della spesa al supermercato, la preparazione della cena in cucina, l'abbraccio al figlio neonato, il lavoro.

I PAESI DEL MONDO UNITI DALL'ACQUA
AquaDominaVitae vuole riallacciare il filo con il culto della Madre Terra, trae ispirazione dalle Veneri “primordiali”, autentiche rappresentazioni artistiche di una preistoria capace ancora di parlare ai nostri tempi. Perché se nel corso dei secoli ogni cultura ha modificato e reinterpretato l'idea di donna, il suo ruolo fondamentale per la nutrizione e la cura della vita è rimasto costante. E fa da raccordo ai Paesi del mondo. Sono quattro i continenti che Chinello ha voluto rappresentare, scegliendo per ognuno delle figure femminili che simboleggiano una nazione: L' Italia diventa portavoce d'Europa, Brasile, Ecuador e Costarica del Sud America, l'Asia viene raccontata attraverso i contrasti di Giappone e India, per  l' Africa sono stati scelti il Marocco e il Sud Africa.

UNA PASSIONE ANTICA
Amante fin da piccola del disegno, della fotografia e del mare, Elisa Chinello ha lavorato per anni a progetti di comunicazione digitale, custodendo sempre la passione per questi elementi. Dieci anni fa l'intuizione di legarli insieme, dopo aver iniziato a fotografare quasi per caso durante le sue prime immersioni. Un 'set', una dimensione spesso inesplorata, che la fotografa ha scelto per veicolare in modo inedito la sua creatività. Da qui nasce il progetto Deepart, di cui la mostra AquaDominaVitae fa parte, che esplora temi e situazioni umane attraverso la leggerezza e le regole dell’acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso