26 Giugno Giu 2015 1329 26 giugno 2015

Il Daily Mail affonda Alessandra

La Mussolini è finita nel mirino della testata online inglese che mette in fila tutti i fallimenti e gli scandali della nipote del Duce.

  • ...
alessandra-mussolini-arrabbiata

Alessandra Mussolini non gode della stima del Daily Mail. La testata online inglese ha infatti dedicato un lungo articolo in cui racconta la vita della nipote del Duce dalla copertina su Playboy fino allo scandalo che ha coinvolto il marito rinviato a giudizio per prostituzione minorile.

La copertina di Playboy con protagonista Alessandra Mussolini.

DA PLAYBOY A HOLLYWOOD
Hannah Roberts, la corrispondente a Roma del quotidiano, racconta come, con un corsetto in pizzo, i capelli cotonati e il broncio provocante, Alessandra negli Anni '80 abbia provato a sfondare come starlet. «La nipote glamour del dittatore fascista Benito ha posato per la copertina italiana di Playboy, ha fatto la modella, recitato in qualche film e ha perfino pubblicato un LP in Giappone, che ora è diventato roba da collezionisti», scrive con una punta di ironia. Ma Alessandra non è solo la nipote del Duce. Perchè per parte di madre è imparentata anche Sophia Loren. La celebre zia prese la sua nipote preferita sotto la sua ala protettrice. E le fece fare il suo primo film all'età di dieci anni. Ma ad Hollywood la Mussolini non funzionò. La Roberts ricorda come l'aspirante diva incassò l'insuccesso «lamentandosi dei produttori che la giudicavano solo per l’aspetto esteriore, e le dicevano che era troppo bella, troppo brutta, troppo alta, troppo bassa».

IN DIFESA DI NONNO BENITO
Così, dopo essersi leccata le ferite, l'ambiziosa Alessandra decise prima di lanciarsi negli studi di medicina e poi di dedicarsi alla carriera politica. Naturalmente a destra. Proponendosi come fervente difensore dei valori tradizionali della famiglia e dei diritti delle donne. E del fascismo. «Ha anche detto che la Libia, senza il fascismo che ha portato strade, scuole e democrazia, sarebbe rimasta un posto di cammelli e turbanti. Quando Fini disse che il fascismo è stato il peggior male del ventesimo secolo, e chiese scusa per le leggi razziali, lei si dimise da Alleanza Nazionale. In tv, in un’altra occasione,  ha dichiarato che è meglio essere fascisti che gay. E una volta è stata addirittura richiamata in Parlamento perchè autografava foto con il ritratto del nonno», ha sintetizzato la giornalista.

NELLE FILA DI BERLUSCONI
Dopo più di 20 anni nel Parlamento italiano, nel 2004 Alessandra è stata eletta in quello europeo. Tuttavia il suo gruppo non durò a lungo perchè i suoi alleati rumeni le tolsero l'appoggio dopo che lei aveva commentato che «non rispettare la legge è un modo di vivere tipico della popolazione della Romania. Al ritorno in Italia la Mussolini è entrata nel Pdl di Silvio Berlusconi ed è stata rieletta in Senato. Per poi tornare ad occupare il suo posto in Europa. «Ha continuato a sostenere Berlusconi anche dopo che lui è stato accusato di aver fatto sesso con la prostituta minorenne Ruby. Ora la Mussolini e suo marito potrebbero beneficiare dell’esperienza berlusconiana, dato che l'ex premier è stato assolto perché non era al corrente della vera età della marocchina. Un precedente utile per Floriani», chiosa il Daily Mail.

LO SCANDALO DEL MARITO
Perchè la Mussolini e il marito Mauro Floriali, dopo 26 anni di matrimonio, sono finiti nell'occhio del ciclone: lui è accusato di aver fatto sesso con una prostituta minorenne. La Mussolini si è detta distrutta per lo scandalo che ha coinvolto anche preti, politici, agenti di polizia. Il marito, ex finanziere, si difende dicendo che pensava che la prostituta, incontrata almeno cinque volte, fosse maggiorenne. Per Alessandra l’umiliazione è forte, dato che in passato ha ripetutamente chiesto la castrazione chimica per i pedofili e si è scagliata contro lo sfruttamento della prostituzione. Eppure, una settimana dopo lo scandalo, era già tornata al fianco di Floriali. I due sono stati fotografati insieme a messa e lei avrebbe detto agli amici: «Sarà sempre il padre dei miei tre figli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso