28 Maggio Mag 2015 1652 28 maggio 2015

«Meglio amazzone che in un corpo di plastica»

Parola di Monica Guerritore. Non è la mastectomia a compromettere la femminilità, ma gli interventi di chirurgia estetica.

  • ...

Dopo il videomessaggio di Emma Bonino, alla manifestazione 'IEO per le donne' arrivano anche le parole dell'attrice Monica Guerritore. «Meglio amazzone che in un corpo di plastica» ha detto a un pubblico che l'ha subito applaudita. «Non è la mastectomia che compromette il nostro essere donne. È l'intervenire con la chirurgia estetica su zigomi, labbra, tette che devasta una persona e ne compromette la femminilità».

ESSERE ATTRICE L'HA AIUTATA
Parole che non sono rivolte agli interventi di ricostruzione del seno, ai quali l'attrice si è detta favorevole, bensì a quelle operazioni a fini meramente estetici, realizzati solo perché non si è in grado di accettare il proprio corpo che cambia col passare del tempo. Anche l'attrice in passato ha dovuto affrontare il tumore al seno, sottoforma di un piccolo nodulo maligno. Ad aiutarla nel percorso di guarigione, oltre alle cure mediche, anche la sua esperienza di attrice: «Tutti i personaggi che ho interpretato condividevano un dolore. Quello del cancro è stato un momento mio, e quindi ho pensato di condividerlo, anche perché la paura si divide tra più persone».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso