25 Maggio Mag 2015 1551 25 maggio 2015

«No alla moda, sì al cinema»

Cara Delevingne accusa di superficialità le passerelle. Ecco le altre modelle diventate attrici.

  • ...
Burberry Prorsum: Arrivals - London Fashion Week SS15

«Tutte le modelle felici si assomigliano tra loro, ogni modella infelice è infelice a modo suo». La citazione, debitamente rimaneggiata, viene dall'incipit di Anna Karenina, il celebre romanzo di Tolstoj che, nella sua ultima trasposizione cinematografica, ha visto nel cast la presenza di Cara Delevingne. E Cara è infelice. L'esperienza davanti alla macchina da presa ha infatti segnato la modella inglese, musa di Karl Lagerfeld e volto di importanti campagne per Burberry, Mulberry e Dolce&Gabbana. Cara ha infatti confessato di voler dire basta alle passerelle, causa della sua profonda insoddisfazione. «Mi sento un po' vuota. La moda è ciò che è al di fuori», ha rivelato in un'intervista al New York Times.

AGENDA AFFOLLATA
Al contrario, nel mondo del cinema pare aver trovato una nuova dimensione intima che le permette di «guardarsi dentro». E tutto è iniziato proprio sul set di Anna Karenina, cui è seguito The Face of an Angel (storia che in Italia conosciamo bene: si tratta dell'omicidio di Meredith Kercher). La svolta dovrebbe arrivare nei prossimi mesi con Kids in Love, dove avrà finalmente un ruolo di primo piano, ma soprattutto con Paper Towns, dove sarà indiscussa protagonista. Seguono altri quattro-cinque titoli, ma il più pesante dal punto di vista mediatico sarà sicuramente Suicide Squad, il cinecomic dove interpreterà il ruolo dell'Incantatrice. Banco di prova rischioso, perché i nerd non perdoneranno un'interpretazione non all'altezza delle aspettative. Ma Cara non è certo la prima modella ad abbandonare i lineari percorsi della passerella per rischiare i tortuosi sentieri della celluloide.

MILLA JOVOVICH
Milla Jovovich è probabilmente il primo nome che viene in mente, quando si pensa al binomio modelle-attrici. L'ucraina naturalizzata statunitense è stato infatti il volto di brand come Christian Dior, Versace, Calvin Klein e molti altri, conquistandosi anche qualche copertina su Vogue e Cosmopolitan. Precoce nel cinema come nella moda, Milla inizia la sua carriera da attrice quando ha ancora diciassette anni. La svolta arriva nel 1997, quando Luc Besson la elegge a protagonista ne Il Quinto Elemento. Da quel momento in poi il suo volto è rimasto legato soprattutto al personaggio di Alice, protagonista di Resident Evil, saga action-horror dalle origini videoludiche.

BROOKE SHIELDS
Brooke Shields ha, in un certo senso, precorso la carriera della Jovovich. Modella fin dalla più tenera età, soggetto per una foto scandalo che la ritraeva nuda all'età di dieci anni, la ex moglie di Andre Agassi ha intrapreso la carriera cinematografica all'età di 23 anni e, due anni più tardi, si è affermata definitivamente con Laguna Blu (il cui sequel ha come protagonista proprio la Jovovich). La sua carriera, di fatto, finisce lì e la sua filmografia si riempie di titoli insignificanti.

MONICA BELLUCCI
Anche la star italiana si lancia nel mondo del cinema dopo una fortunata carriera da modella. Dopo gli inizi nel panorama italiano, il suo volto attira anche le produzioni estere. Eccola dunque impegnata sia in megakolossal come Matrix sia in film d'autore come il controverso Irréversible. Il 2015 arriva anche il ruolo da Bond Girl per Spectre di Sam Mendes, prossima avventura dello 007 Daniel Craig.

CHARLIZE THERON
Una ragazza bionda in abito nero si alza da una sedia, ma il suo vestito rimane impigliato e comincia a sdrucirsi a poco a poco, man mano che lei si allontana con passo seducente. Molti italiani nel 1993 hanno inveito contro il logo Martini che andava prontamente a censurare l'inquadratura dedicata al derrière, ma non tutti sanno che quella ragazza era Charlize Theron, forse la modella che più di tutte è stata capace di costruirsi una valida carriera da attrice (l'Oscar vinto nel 2004 ne è la conferma). La filmografia dell'attrice sudafricana non è esente da flop o film di dubbio gusto, ma sicuramente Charlize ha saputo intercettare dei ruoli validi che ha saputo interpretare alla perfezione. Non ultimo, il ruolo di Furiosa nel recentissimo Mad Max: Fury Road.

TUTTE CI PROVANO, POCHE CI RIESCONO
Cara Delevigne, insomma, non è stata la prima e sicuramente non sarà l'ultima modella a tentare il grande salto dalla passerella al mondo del cinema. Oltre a quelle già citate, vale la pena ricordare i nomi di Laetitia Casta, Freida Pinto, Brooklyn Decker, ma anche le nostrane Eva Riccobono e Margareth Madè. Che il passaggio riesca, però, non è affatto scontato. Non tutte le modelle aspiranti attrici sono riuscite ad essere costanti, anche perché spesso finiscono con l'interpretare ruoli marginali in film dimenticabili. Oppure, dopo folgoranti esordi in lungometraggi di peso, non riescono a essere costanti e a inanellare dei ruoli di rilievo (come invece è riuscito alla Theron). L'entusiasmo con cui vengono accolte dal jet set e dagli addetti ai lavori è frutto quasi sempre del gossip e della chiacchiera, fanno la loro bella figura sui vari red carpet, ma spesso il tutto finisce lì. Riuscirà Cara a ottenere sul grande schermo lo stesso successo che le ha arriso sulla passerella o verrà ingoiata anche lei dal buio implacabile della sala cinematografica?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso