Lutto nello sport 21 Maggio Mag 2015 1521 21 maggio 2015

L'ultima marcia di Annarita

Addio alla regina dell' atletica italiana, medaglia d'oro ai mondiali di Atene 1997.

  • ...
Atletica: morta a 44 anni Annarita Sidoti, oro marcia

È morta a 44 anni Annarita Sidoti,  medaglia d'oro nella marcia ai mondiali di Atene del 1997. Sconfitta da un cancro che combatteva dal 2009, l'atleta siciliana era originaria di Gioiosa Marea, in provincia di Messina, ed è stata una delle regine dell'atletica italiana. Campionessa del mondo e due volte campionessa d’Europa, lascia il marito, tre bambini e un vuoto enorme nel mondo dello sport. «Annarita ha combattuto come una leonessa per tutto questo tempo, sempre con il sorriso, aggrappata alla vita in nome dei suoi figli, trovando infine anche la forza di raccontare pubblicamente la sua vicenda», si legge in una nota di Federatletica.

NON SOLO ATLETICA
Una lunga marcia affrontata con coraggio fino all'ultimo chilometro, contro quello che lei stessa aveva definito «l'avversario più duro che aveva mai trovato sul suo cammino». Una piccola grande donna che in 44 anni di vita ha saputo eccellere nello sport ma non solo: nel 1999, reduce dall'oro europeo a Budapest, era stata scelta come protagonista del thriller di Emanuela Piovano Le Complici. Avventura cinematografica che si è accompagnata al matrimonio, alla maternità, all'impegno per i giovani, fino alla scoperta del cancro nel 2009. Un male mai nascosto e combattuto fino all'ultimo con cinque operazioni.

UNA COLLEZIONE MONDIALE
Campionessa europea a Spalato 1990, a solo 21 anni, aveva fatto il bis continentale otto anni dopo a Budapest 1998. Oro preceduto da quello mondiale nella 10 km di marcia a Atene 1997.  Con 47 presenze in azzurro, tre partecipazioni olimpiche, sei mondiali è stata una delle donne della marcia italiana.Vincente da sola, Annarita sapeva anche fare gruppo e con le compagne d’allenamento e di nazionale Elisabetta Perrone ed Erika Alfridi compose un team di valore fantastico, in uno dei momenti di maggior competitività della marcia italiana al femminile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso