Musica 1 Dicembre Dic 2014 1120 01 dicembre 2014

Gianna veste di rock i classici italiani

Nell'album Hitalia, la Nannini rilegge i grandi successi di Vasco, Paoli, De Andrè e Modugno.

  • ...
Musica: Gianna Nannini, vesto di rock canzone italiana

La copertina di Hitalia di Gianna Nannini.

ANSA - ANSA

Con il Natale che si avvicina, si sa, gli artisti sfornano dischi come se piovesse. Meglio se raccolte di grandi successi o album di cover. Per essere più appetibili. E il trend ha contagiato anche Gianna Nannini che ha 'riletto' una lista di canzoni storiche. Rigorosamente della tradizione italiana.
DAI NOMADI A MODUGNO
Nei negozi dal primo dicembre, Hitalia contiene 17 canzoni. Si parte con Dio è morto e si conclude sulle note di Volare (nel blu dipinto di blu). Nel mezzo, tra le altre, L'immensità, La canzone di Marinella, C'è chi dice no e Pugni chiusi, solo per citarne alcune.
FAN DELLA CANZONE POPOLARE
«Mi è successo raramente di cantare altri, ma prestare la mia voce a un'ispirazione altrui è catartico. Così mi è venuta voglia di inciderle. Perché mi piacciono, perché mi attraggono razionalmente ma soprattutto emotivamente», ha spiegato la rocker che è cresciuta, chi l'avrebbe mai detto, con la canzone popolare. Tanto da aver inserito pure una canzone come Caruso: «Fa parte delle mie radici italiane, toscane ed europee», ha commentato.
RIVISITAZIONI ROCK
In Hitalia Gianna Nannini ha ripercorso praticamente tutte le pagine più importanti della musica italiana del Novecento, riprendendo autori come Paoli, Fossati, Vasco Rossi, De André e le unioni artistiche Mogol-Battisti, Donaggio-Pallavicini, ma anche Migliacci-Modugno e diverse altre formule alchemiche fortunate della canzone italiana. «Ho voluto utilizzare arrangiamenti rock che rendessero queste canzoni attuali anche se per me questi brani sono come nuovi. Tutta l'operazione riporta alcune canzoni al loro stato naturale, che è quello del rock».
OSPITI D'ECCEZIONE
E, come spesso capita in operazioni del genere, non potevano certo mancare ospiti d'eccezione. Perchè a dare una mano alla cantante sono arrivati anche alcuni dei padri putativi delle canzoni in causa, come nel caso di C'è chi dice no che vede la partecipazione di Vasco. E ancora Gino Paoli per Il cielo in una stanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso