La storia 2 Dicembre Dic 2013 1237 02 dicembre 2013

Vanessa, mollo tutto e divento stilista

Ha lasciato il lavoro per seguire il marito. Ha avuto due gemelli. E si è reinventata una professione.

  • ...
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vanessa Pellicoro a Dubai con i figli Peter (a sinistra) e India.

Lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare da zero. Una seconda vita professionale che ha poco a che fare con l'esperienza precedente. È quello che ha fatto Vanessa Pellicoro, 40 anni compiuti da poco, che nel 2009 ha mollato tutto: un lavoro di grafica in una delle case editrici più importanti del paese, la casa di Milano, gli amici. E per amore  di Peter Edholm, suo marito dal 2007 è volata a Londra, città dove lui era stato trasferito per lavoro e dove Vanessa ha avuto due gemelli, Luca e India, che oggi hanno 4 anni. Da lì poi è stata la volta di Parigi e Dubai dove tuttora vive.
Ma fare la mamma a tempo pieno non le bastava. Per questo Vanessa ha deciso di rimettersi in gioco con una attività tutta sua. «Diventare mamma ti stravolge la vita. Ma è uno stravolgimento meraviglioso» racconta a LetteraDonna.it. «Non avrei mai pensato di volermi dedicare alla produzione di abbigliamento per bambini fino a quando non sono arrivati Lucas e India».
Sono stati loro la sua primissima fonte di ispirazione. «Le prime cose che ho creato le ho fatte per loro» dice Vanessa. «Dopo aver lasciato la mia precedente occupazione, ho scoperto che ci sono diversi siti in cui è molto semplice potersi aprire un proprio negozio». Ed è cosi che nel web, tra un milione di bavaglini di tutte le forme e misure, sono comparsi anche quelli di cotone organico firmati Melime Baby Country Chic.
Un  nome scelto analizzando il linguaggio degli Elfi, in cui Melime significa grazioso. Proprio come il mondo dei bimbi.
TRA UN TUTORIAL DI CUCITO E UNA PAPPA
Di taglio e cucito Vanessa aveva poche e scarse nozioni di base, ma nulla di più. Così la prima cosa che ha fatto è stata quella di seguire diversi tutorial su youtube, poi ha messo sul piatto 5 mila euro,  l'investimento iniziale per partire. «Ho attinto ai miei piccoli risparmi. Ho cercato di essere molto cauta scegliendo di puntare da subito sulla qualità e non sulla quantità, comprando pochi metri di tessuto  e pochissimi accessori, un macchina per cucire buona ma non ottima», ricorda.
Certo non sono state tutte rose e fiori. «Crescere due gemelli e seguire questo progetto completamente da sola, in una città non semplicissima come Parigi, non è stato facile. Ma la testardaggine è sempre stata il mio punto di forza» dice e aggiunge. «Anche se ci sono stati diversi momenti in cui ho pensato di mollare. Oggi però posso dire si essere davvero contenta di non averlo fatto».
UNA GIORNATA LUNGHISSIMA 
Vanessa si occupa di tutto: disegna le collezioni ispirandosi ai bimbi che vede in giro per Dubai, sceglie i tessuti e i vari accessori. Gestisce i siti, cura la grafica, fa  le foto ai prodotti e le mette  online, stampa  le tags e le etichette da mettere sui vestitini, risponde alle email dei clienti, va in posta per spedire gli ordini. In media lavora 9 ore al giorno e molto spesso, se ci sono delle consegne urgenti, anche tutto il week end. Ma è felice. Certo non è facile bilanciare vita professionale e privata ma lei fa del suo meglio tra un senso di colpa e l'altro, come ogni donna che lavora, con la penalità di essere all'estero. «Qui a Dubai non ho nessuno a cui poter delegare la gestione dei gemelli» dice. «So che non durerà per sempre ma come per tutti i nuovi progetti, all’inizio bisogna dare il 100%. E poi, per fortuna, c’è il papà che devo dire mi è di grandissimo aiuto».


TRE PIATTAFORME PER TRE MERCATI

Il corner di Melime all'interno del concept store The Change Initiative di Dubai.

Le piattaforme dove Vanessa ha aperto i suoi negozi virtuali circa un anno fa, sono tre: www.etsy.com, www.littlemajlis.com e downthatlittlelane.com.au/. Una internazionale, una solo per il medio oriente e una australiana.
Una volta disegnati gli abiti vengono realizzati da una bottega artigiana di Dubai con due sarti. «Per trovarli ho messo una inserzione lavorativa su un sito locale, Dubizzle.com, e mi hanno risposto in tanti. Ho letto i loro curricula e  ho fatto fare loro dei test. Così ho selezionato quelli che ho ritenuto i più bravi», racconta la giovane imprenditrice che dall'ordine alla spedizione non fa mai passare più di tre giorni  e per cercare di non accumulare mai troppi ordini tiene sempre pronto un piccolo stock, uno o due vestiti per taglia.
SEICENTO GLI ORDINI EVASI IN UN ANNO
«Fino a ora ho evaso circa 600 ordini con un costo medio di prodotto di 40 dollari»,  precisa la piccola imprenditrice che da qualche mese ha aperto un suo  corner all’interno del concept store The Change Initiative di Dubai e le soddisfazioni non sono mancate. «Gia nelle prime settimane in cui ho esposto i miei prodotti, i proprietari dello Store si sono complimentati per gli ottimi feedback ricevuti dai clienti», precisa Vanessa che ora  guarda con entusiasmo alla sua prima sfilata prevista per fine mese.
Certo le sue giornate assomigliano a quelle di un maratoneta. La sveglia suona alle 7 del mattino,  prepara i suoi due gemelli per l’asilo, fa colazione e  inizia a rispondere alle email, controlla le vendite sui tre siti, prepara i prodotti per la spedizione. Esce di casa per andare in posta e poi raggiunge la bottega dei sarti per controllare il lavoro. Una volta a settimana va a monitorare il punto vendita. Normalmente il pomeriggio è dedicato alle foto dei prodotti e alla gestione tecnica dei siti e due o tre volte al mese partecipa a fiere o presentazioni in showroom a Dubai o ad Abu Dhabi. Ma Vanessa non intende fermarsi.
OLTRE AGLI ABITI DECORAZIONI IN VINILE E DOUDOU
«Ho diverse idee per il futuro di Melime, per il momento però sono top secret» racconta. «Ma di sicuro tra queste non c’è quella di aprirmi un negozio tutto mio». Piuttosto punta ad allargare la linea diversificando. «Sto pensando di fare dei Doudou per i neonati e, sfruttando il fatto che in un tempo non molto lontano sono stata una graphic designer, vorrei fare delle decorazioni in vinile per le stanze dei bambini mantenendo lo stile un po’ country che caratterizza Melime» conclude Vanessa che, prima di correre a  preparare la cena ci tiene a concludere la nostra chiacchierata con un pensiero di J.W. Goethe che è diventato la sua filosofia di vita: «C'è una verità elementare, la cui ignoranza uccide innumerevoli idee e splendidi piani: nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove. Infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti mai sarebbero avvenute. Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L'audacia ha in sé genio, potere, magia. Incomincia adesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso