TOPIC 5 Settembre Set 2012 1114 05 settembre 2012

MOGLIE

Come (re)inventarsi il ruolo di first Lady. Michelle Obama ci è riuscita.

  • ...

moglie [mó-glie] s.f. (pl. -gli)
Coniuge di sesso femminile


 Dietro ogni grande uomo c'è una grande donna. Una frase anche un po' irritante per quel "dietro",  ma certamente è un modo di dire che nasconde anche una buona dose di realtà. Pensiamo a  Michelle Obama, lei è tante cose: la prima first lady di colore nella storia degli Stati Uniti, una donna indipendente con idee ben chiare, una fervente salutista. Ma, soprattutto, è la prima sostenitrice di Barack.
UN RUOLO DIFFICILE DA SOSTENERE
Non è facile fare la moglie dell'uomo più potente al mondo. Rischi di essere solo decorativa, come Jackie Kennedy, o di restare impressa soprattutto per le ragioni sbagliate (il Sexgate), come Hillary Clinton. Michelle, invece, non ha scelto la strada delle quarantacinque donne che l'hanno preceduta. È diventata un'icona da sola, indipendentemente dal marito. Un esempio per le americane.
Alla convention democratica, il suo discorso è stato seguito con molta attenzione. Gli occhi erano tutti puntati su di lei, che non viene scalfita neanche quando una rivista la mette seminuda in copertina vestita da schiava. Il suo compito non è facile: dovrà convincere gli elettori che suo marito è bravo, è buono, merita di essere rieletto. Si chiama solidarietà, si chiama sostegno. Azzarderemmo,  si chiama amore.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso