FACTOTUM (DI LUSSO) 19 Giugno Giu 2012 1206 19 giugno 2012

Karl, genio e dittatore

Essere il braccio destro di Lagerfeld è impresa dura. Ne sa qualcosa Lady Amanda Harlech, da 15 anni al suo fianco.

  • ...
karl & amanda

Karl Lagerfeld con il suo braccio destro, Lady Amanda Harlech.

Il suo nome non dice molto. Ma Lady Amanda Harlech è la musa, il braccio destro e, all’occorrenza, la tuttofare del kaiser della moda, Karl Lagerfeld. C’è il suo sudore dietro le spettacolari sfilate di Chanel. Ci sono le sue notti in bianco dietro le collezioni che hanno consegnato al mito la maison creata da Coco.
Certo, può avere qualunque abito di Chanel haute couture a disposizione, abita in una suite del Ritz di Parigi, ma non scambiatela per una privilegiata.
A rivelare che vita si fa a essere l’assistente di Lagerfeld ci ha pensato il papà della Harlech, Alan Grieve.
Classe 1959, laurea in letteratura inglese ad Oxford e frequentazioni perfettamente in linea con l’altrettanto perfetto pedigree da aristocratica londinese, Amanda affianca Karl da 15 anni, dopo aver lavorato come junior editor ad Harpers & Queen e aver fatto da assistente anche a John Galliano.
«Lavora tutto il giorno, cena alle 3 di mattina, ovvero in un orario in cui, sono certo, le piacerebbe essere già a letto», racconta il padre, 84enne, intervistato dal Sunday Times.
«Deve leggere e smistare continuamente e-mail, messaggi, telefonate… Perché lui non si ferma mai».
Il lui in questione è quel genio di Lagerfeld, ovvero il più potente uomo della moda, ma anche quello con cui è più difficile avere a che fare. Per lui, e quindi per la Harlech, il jet-setting è un must: bisogna sempre esserci, che sia un party, che sia una nuova avventura commerciale: «Se Karl vuole che Amanda controlli qualcosa, lei prende un aereo e va a verificare per lui. Non è solo un’assistente. Lei è gli occhi e le orecchie di Lagerfeld e per questo ormai le tocca passare nove mesi all’anno lontano da casa».
Il capo non può fare a meno di lei, nelle collezioni Chanel così come nelle diverse «avventure»  glam: dal design delle bottigliette della Coca Cola Light, all’arredo di hotel famosi. E c’è chi sostiene che solo a Lady Harlech spetti l’onore di scegliere gli occhiali da sole con cui il suo capo nasconde lo sguardo al mondo. Ma non a lei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso