16 Maggio Mag 2018 1731 16 maggio 2018

L'Afa ha pubblicato un manuale per conquistare le donne russe

La federazione di calcio argentina ha presentato una 'guida', subito ritirata, per i Mondiali 2018. Fra i consigli dati: «Non vogliono essere trattate come oggetti, ma come persone di valore».

  • ...
Federazione Argentina Manuale Donne Russe Mondiali

Ciclicamente, purtroppo, viene data la notizia che l’ennesima scemenza sessista è stata ideata da qualche mente che non deve aver alcuna connessione con l’attualità in cui vive (non deve aver presente che un Nobel è stato sospeso per un caso di molestie sessuali né che 82 donne hanno marciato sul red carpet di Cannes, per esempio) e noi non possiamo fare altro che parlarne, rimanendo fra l’incredulo, l’allibito e l’incazzato. Questa volta, i responsabili del nuovo scivolone misogino si trovano in Argentina e lavorano per l'Afa, la Federazione calcistica nazionale (il corrispettivo della nostra Figc, per intenderci). All’interno di un manuale indirizzato a calciatori, dirigenti, tecnici e giornalisti in partenza per i Mondiali di Russia, qualcuno ha pensato fosse necessario inserire dei paragrafi che spiegassero alla delegazione argentina come conquistare le donne di Mosca. Il testo, presentato durante una conferenza sulla lingua e cultura russa organizzata dall'AFA, ha suscitato subito il prevedibile scalpore, venendo ritirato e ristampato in una nuova edizione ‘epurata’.

PERCHÉ NESSUNO LI FERMA PRIMA

La domanda che sorge spontanea in questi casi è sempre la stessa: com’è possibile che in tutte le riunioni, meeting, brief che precedono la diffusione di un testo simile nessuno abbia pensato anche solo per un istante che quei capitoli fossero una scemenza pazzesca? Com’è possibile che a nessuno sia venuto in mente di alzare la mano e dire ad alta voce ‘Forse nel 2018 scrivere un manuale che veicoli stereotipi sessisti e culturali beceri e offensivi non è la migliore delle cose da fare’? Certo, considerando che l'Italia ha avuto a capo della propria Federazione un uomo come Carlo Tavecchio, razzista oltre che sessista, niente dovrebbe stupirci più di tanto, ma evidentemente l'asticella dell'assurdo può essere portata sepre più in alto.

COME SI CONQUISTA UNA DONNA RUSSA

A questo punto, visto che la Rete non perdona e che abbiamo modo di leggere i suggerimenti della AFA anche se il testo originale è stato ritirato, vediamo di capire quali sarebbero le tecniche di seduzione da usare con una donna russa. Innanzitutto, chi ha redatto il manuale ha tenuto a specificare che le connazionali di Putin «non vogliono essere trattate come oggetti ma come persone di valore». Un’aspirazione che ogni essere umano ha, ma che speravamo non fosse necessario dover più specificare in modo esplicito. Chissà se la voglia di essere trattate con dignità renda le donne russe delle ‘tipe difficili’ o delle ‘tipe toste’. E chissà se, vista la necessaria puntualizzazione, in Argentina gli uomini pensano di poter trattare il gentil sesso come oggettistica. Proseguendo, si specifica che «Preferiscono le persone pulite e ben vestite» e che «Molti uomini, dato che le donne russe sono belle, vogliono solo portarle a letto. Forse anche loro lo vogliono, ma sono persone che vogliono sentirsi importanti e uniche». In pratica, il quadro che ne viene fuori è quello di ragazze interessate all'aspetto fisico, o probabilmente più ai soldi, disposte (forse, e se forse no?) ad andare a letto con qualcuno che non sia loro connazionale (wow, una cosa mai sentita) ma che risultano un po' pretenziose e piene di bisogni. Insomma, un quadro desolante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso