Me Too Times Up

#MeToo

9 Aprile Apr 2018 1222 09 aprile 2018

Secondo Asia Argento e Laura Boldrini, in Italia #MeToo ha fallito

Il nostro Paese è una sorta di anomalia. E proprio per questo, l'attrice e l'ex presidente della Camera sono state invitate a New York per Women in the World.

  • ...
Boldrini Argento Metoo Italia

Il rapporto tra #MeToo e l'Italia è sempre stato molto complicato. Nonostante lo scandalo Weinstein sia iniziato proprio per mano di due italiane, Ambra Battilana e Asia Argento, il movimento di denuncia contro le molestie e le violenze sessuali nello show business (e non solo), nel nostro Paese non ha avuto la stessa importanza e la stessa portata degli Stati Uniti o del Regno Unito. Nel caso italiano, ad esempio, è stato difficile trovare i nomi dei presunti molestatori, a differenza della 'lista infame' di Hollywood. Nei due casi mediatici più rilevanti, ovvero quello del regista Fausto Brizzi (raccontato per la prima volta da Le Iene) e del collega Giuseppe Tornatore (accusato da Miriana Trevisan), non c'è stato un fronte comune: c'è chi ha denunciato e c'è chi ha attaccato coloro che hanno denunciato. Rispetto ai due Paese citati prima, è mancata la solidarietà, quel sentimento spontaneo che ha dato vita all'intero movimento #MeToo. Ma perché in Italia non ha funzionato? Asia Argento e la ex presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini hanno provato a dare qualche risposta su Repubblica.it. E proprio per raccontare questa anomalia tutta italiana, l'ex direttrice del New Yorker Tina Brown le ha invitate all'evento Women in the World del 12 aprile 2018 che si terrà a New York.

PERCHÉ, IN ITALIA, #METOO HA PERSO?

I motivi del fallimento di #MeToo sono tanti. Oltre alla scarsa solidarietà, c'è il problema della consapevolezza e della libertà economica. «Bisogna saper riconoscere la molestia», spiega Laura Boldrini. E prosegue «È entrata talmente nel costume che si è normalizzata. Si deve lavorare sulla consapevolezza. Fin dalle scuole. Ma questa rassegnazione è figlia anche della mancanza di libertà economica delle donne». In effetti tra disoccupazione (secondo l'ex presidente della Camera è al 49% tra le donne) e il gender pay gap, essere libere economicamente diventa molto difficile. Un altro motivo della sconfitta di #MeToo, è il disinteresse mediatico e la scarsa 'presa' delle organizzazioni femministe, come dice ancora la Boldrini: «Pur facendo moltissimo, non sono abbastanza coese e dunque contano meno, non riescono a fare lobby in senso positivo. C'è poi la responsabilità dei media. Un movimento decolla se viene conosciuto. Molti media italiani però continuano a ignorare colpevolmente le nostre mobilitazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso