Chiedilo a un uomo

26 Settembre Set 2017 1227 26 settembre 2017

Famiglia: lei lascia il lavoro per i figli, lui scappa con una più giovane

Come si può essere tanto ingrati? Se lo chiede una mamma mollata dal marito per una ragazzina. Ma secondo il nostro esperto l'amore non ha niente a che fare con la bontà. Non basta essere generosi per evitare gli abbandoni.

  • ...
Donna Abbandonata

Ho mollato una posizione chiave sul lavoro per seguire di più la famiglia, i miei figli che stavano crescendo. Mio marito anche lavorava, ma ho preferito sacrificare il mio impiego invece del suo. Mi sembrava che io fossi più portata, in quanto donna. Ho fatto tutto questo per la mia famiglia e come sono stata ripagata? Mio marito mi ha abbandonata per una di 20 anni più giovane in Romania. Come si può giustificare un gesto del genere e tanta ingratitudine?

Per come la vedo io, l'amore non ha niente a che fare con la bontà. Non è una raccolta punti, non c'è una tessera fedeltà grazie alla quale, alla fine, ti daranno un servizio di piatti. Essere buoni non ci preserva dagli abbandoni.

Tre cose però vorrei dirti e spero potrai perdonarmi se te le dico con lo stesso piglio con cui le direi a me stesso. La prima è che l'unico motivo per cui potresti davvero arrabbiarti è il modo in cui questo abbandono è avvenuto: se tuo marito, andandosene via, ti ha rispettata, non tanto come compagna, ma come essere umano. Ovvero se ha fatto di tutto - qualunque cosa questo voglia dire - per minimizzare il dolore a te e ai tuoi figli: se non lo ha fatto, allora hai tutto il diritto di fare riti voodoo in onore di tuo marito, anche con spilli molto grossi. Ma non perché non ti sia stato riconoscente. La seconda è: chiediti chi è stata la persona che hai avuto accanto in questi anni, cosa stava diventando tanto da perdere la testa per una giovane ragazza. La terza e ultima: chiediti se sei stata autentica in questi anni, se la scelta che hai fatto alcuni anni fa abbandonando il lavoro è stata rispettosa nei confronti dei tuoi desideri e di te stessa e se non ci fosse un altro modo per essere comunque presente nella vita dei tuoi figli e della tua famiglia. Se era insomma quello che volevi davvero o lo hai fatto, in fondo, perché pensavi che, essendo buona e sacrificandoti, saresti stata amata di più.

Se c'è una speranza per cui le persone ci amino davvero è perché siamo noi stessi, possibilmente al massimo delle nostre aspirazioni, e non perché siamo buoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso