8 Settembre Set 2017 1900 08 settembre 2017

I 'piccoli sforzi' di Miranda Kerr per far felice il marito

La modella australiana è donna in carriera fuori casa, ma una volta tornata vuole vestire i panni della massaia. Tutto per sostenere la mascolinità del marito. Medioevo, di nuovo tu?

  • di Teresa Costa
  • ...
Miranda Kerr

Se sei una donna che vuole stare dalla parte delle donne, puoi incappare in questioni molti difficili da risolvere. A volte vuoi sostenere le tue simili a tutti i costi, ma altre ti fanno pentire di essere nata con una vagina. Del resto gli uomini non si stanno tutti simpatici, eppure si dice che sappiano fare meglio gruppo. Quando, poi, leggi interviste come quella a Miranda Kerr, su The Edit, capisci che non ne verrai mai a capo. Ti senti in colpa a giudicare ma ti viene naturale. Le dichiarazioni della modella, che ha deciso di fare un passo indietro dalle passerelle per approdare nel mondo dell’imprenditoria, strizzano l’occhio in un modo imbarazzante agli stereotipi di genere. Però i modelli femminili possono essere tanti e dovremmo rispettarli. Se non lo facessimo, ogni volta che una ragazza parla, potremmo sentire cose di questo tipo.

«Mia nonna mi ha insegnato che gli uomini usano molto la vista, come istinto. Quindi bisogna fare un piccolo sforzo per farli felici»
Quindi la nonna della modella era un’esperta dell’altro sesso e le ha insegnato che basta poco per tenerne stretto un esemplare a vita. Certo che partiamo da un presupposto sbagliato, nessuna ne ha più bisosgno. Per-tutta-la-vita-. Ora siamo noi le fautrici del nostre destino. I ruoli sono cambiati, le donne si autoderminano. Si ma quindi cosa ne sarà degli uomini? Non possiamo pensare contro natura. Siamo animali, sotto sotto. Dici che non hai bisogno di una maschio perché non hai mai incontrato uno vero. Conosciamoci. Scommetti che poi cambi idea?

«Quando Evan torna a casa, mi assicuro di avere su un vestito carino e che ci siano candele accese»
Che poi è quello che sosteneva Nanni Moretti quando in La messa è finita diceva che non si possono accogliere gli ospiti con su le pantofole. Forse Miranda è una fan del regista e concorda con lui sugli outfit da tenere in casa. O forse, più probabile, le piacere far felice il proprio consorte. Ed è un male? Da quando le donne hanno perso il diritto di essere eleganti? Menomale che si mette in tiro, almeno il marito non la tradirà con qualcuna più attenta al proprio aspetto fisico. Ma chi ha il tempo nella vita reale di accendere candele ogni sera? Sarà una di quelle che cucina con i tacchi in casa. Ci danno modelli impossibili di bellezza. Nessuna donna normale lo fa. Tanto agli uomini interessa solo la sostanza. Ma anche l’occhio ha bisogno della sua parte. E comunque alla fine, si sa, il matrimonio è la tomba del piacere.

«Sul lavoro sono molto dominante, ma quando torno a casa mi piace tornare a essere femminile..
Quindi sta dicendo che una donna non può essere naturalmente dominante? Ma che per istinto deve compiacere il maschio? E le donne di potere allora? Anche loro fingono? Una volta tornata a casa diventa all’improvviso remissiva. Questo è medioevo e non dovrebbe finire sui giornali. Però la libertà d’espressione è la conquista del nostro secolo. Ma lei è una modella non ha bisogno di parlare. Comunque le donne farebbero meglio a rimanere in silenzio. Quando non si ha niente di intelligente da dire..

..e incoraggiare la mascolinità di Evan»
Vuol dire che vive in funzione del marito! Ma non ha un po’ d’amor proprio? Prima di tutto bisogna stare bene con se stessi, e poi pensare agli altri. Forse la rende felice incoraggiare la persona che ama. La vita di coppia serve a questo. Non sei mai stata innamorata? Allora non puoi capire. Bisogna accettare molti compromessi. Nel dubbio, quindi, chiudi un occhio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso