9 Maggio Mag 2018 1330 09 maggio 2018

Chi sono le madri fondatrici dell'Unione Europea

Il 9 maggio si celebra l'Europe Day. Senza l'attivismo di alcune donne, probabilmente non sarebbe stato possibile.

  • ...
Festa Europa Madri Fondatrici Ue

Non è il migliore dei periodi, per l'Unione Europea. Gli Stati membri sono pervasi, chi più chi meno, da un'ondata anti-euro e anti-europeista, acuita dalle sfide lanciate dall'economia e dell'immigrazione, due temi caldi che le forze populiste cavalcano spesso ai danni proprio di Bruxelles e di quello che rappresenta. Anche per questo, forse, l'Europe Day, la festa dell'Europa che si celebra ogni 9 maggio, viene celebrato un po' in sordina. La data non è stata scelta a caso: era il 9 maggio 1965 quando il ministro degli esteri francesi Robert Schuman pronunciò un discorso che sarebbe passato alla Storia, e in cui auspicò il superamento della rivalità tra Germania e Francia per dare vita un'intesa economica sulla produzione del carbone e dell'acciaio. Meno di un anno dopo, nasceva la Ceca, primo embrione dell'attuale Unione Europea.

LE MADRI FONDATRICI

In 65 anni di storia, l'Unione Europea ha cambiato nome e forma più volte. Oggi include 28 Paesi, e in tanti anni ha promulgato leggi e direttive a volte controverse, a volte invece definibili come dei veri e propri baluardi di civiltà. E in questo processo, anche le donne hanno avuto un ruolo importante, tanto che non è azzardato parlare di madri fondatrici dell'Europa. La ricercatrice Maria Pia Di Nono ne ha individuate nove: donne che si sono battute per l'idea di parità salariale, per l'avvicinamento dei giovani di nazioni diverse, che hanno avuto una visione di Europa unita prima di cadere nelle mani dei nazisti. Ve le proponiamo nella gallery di seguito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso