We Can Do It!

Diritti

3 Aprile Apr 2018 1210 03 aprile 2018

#AbortoLegalYa: la campagna di 24 attrici per l'aborto legale, sicuro e gratuito in Argentina

L'obiettivo è quello contattare i parlamentari che non hanno espresso un parere contrario alla regolamentazione dell'interruzione di gravidanza e che potrebbero dire di sì al progetto. 

  • ...
Aborto Argentina Attrici Abortolegalya

No, la Polonia non è l'unico Stato in cui le donne stanno manifestando affinché l'aborto sia legalizzato o, quantomeno, depenalizzato. Sì, perché non proprio in tutto il mondo l'interruzione di gravidanza è regolarizzata al 100%. Ci sono addirittura sei Paesi in cui abortire è considerato reato, punito con 30 anni di reclusioni, in altri Stati, invece, si può ricorrere all'interruzione di gravidanza ma in casi molto particolari. Tra questi c'è la Polonia ma anche l'Argentina. Ecco, proprio qua, il 31 marzo 2018, 24 attrici hanno firmato una lettera aperta indirizzata a tutti quei parlamentari che ancora non si sono schierati o che non hanno ancora detto palesemente 'no' all'aborto legale, sicuro e gratuito. Il documento non è altro che il punto di partenza di una campagna più ampia per risolvere politicamente il problema. Il vero punto di forza dell'iniziativa sono stati i social e, in particolare, l'hashtag #AbortoLegalYa.

Ahora en #MU #AbortoLegalYa

Geplaatst door lavaca - MU op vrijdag 30 maart 2018

A dire il vero, la vera 'spinta' l'ha data il video pubblicato sulla pagina Facebook de LaVaca.org, una cooperativa editoriale che pubblica riviste, giornali e libri. In sole 48 ore, il filmato ha raggiunto le oltre 600 mila visualizzazioni. Il contenuto è semplice: le 24 attrici hanno letto la lettera aperta. E pensare che tutto questo è nato in pochissimo tempo, grazie a una chat su WhasApp.

#AbortoLegalYa: Carta Abierta de actrices argentinas a diputadas y diputados Veinticuatro actrices argentinas se...

Geplaatst door lavaca - MU op zaterdag 31 maart 2018

LA LETTERA APERTA INTEGRALE

Diputadas, diputados:

Nosotras, actrices argentinas, escribimos esta Carta Abierta con la esperanza de ser escuchadas.

Tal como cada dos años lo hacen ustedes, esta vez nosotras les pedimos su voto.

Les pedimos su voto para terminar con la muerte, la cárcel y el silencio.

No estamos a favor del aborto.

Estamos a favor de la despenalización del aborto.

Y por eso mismo, estamos a favor de la vida.

De todas las vidas: también la de aquellas mujeres que arriesgan sus cuerpos en manos de un negocio siniestro y clandestino.

Les pedimos que voten el proyecto de la Campaña Nacional porque estamos convencidas de que el aborto legal -acompañado de políticas públicas de educación, prevención y contención para evitarlo- nos convertirá en una sociedad más justa, más moderna y definitivamente menos hipócrita.

Se lo pedimos también para que honren el sistema representativo, que simboliza justamente el derecho a elegir.

Les pedimos su voto, finalmente, porque tenemos fe en la democracia.

Llegó la hora.

Hagan Historia y salden su deuda con las mujeres.

Deputate, deputati:

Noi, attrici argentine, scriviamo questa lettera aperta con la speranza di essere ascoltate.

Questa volta siamo noi che chiediamo il tuo voto.

Chiediamo il tuo voto affinché non ci sia più morte, carcere e silenzio.

Non siamo favorevoli all'aborto.

Siamo a favore della depenalizzazione dell'aborto.

E, per questo motivo, siamo a favore della vita.

Di tutte le vite: anche di quelle donne che ricorrono a procedure clandestine.

Vi chiediamo di votare per il progetto della Campagna Nazionale perché siamo convinti che l'aborto legale - accompagnato da politiche di educazione pubblica, prevenzione e contenimento - ci renderà una società più giusta, più moderna e decisamente meno ipocrita.

Vi chiediamo anche di onorare il sistema rappresentativo, che giustamente simboleggia il diritto di scelta.

Chiediamo il tuo voto, infine, perché abbiamo fiducia nella democrazia.

Il tempo è arrivato.

Fai la storia e paga il tuo debito con le donne.

LE ATTRICI CHE HANNO FIRMATO

Probabilmente i nomi delle attrici non vi dirà niente, visto che in Italia non sono particolarmente conosciute, ma è importante capire chi ci ha messo la faccia: Dolores Fonzi, Nancy Duplá, Carla Peterson, Andrea Pietra, Verónica LLinás, Inés Estevez, Verónica Lozano, Esther Goris, Pilar Gamboa, Jazmín Rodriguez, Alejandra Flechner, Mirta Busnelli, Marina Glezer, Sofía Castiglione, Valería Correa, María Duplaá, Elisa Carricajo, María Eugenia Gerghty, Laura Paredes, Julieta Rodríguez Grumberg, Paloma Contreras, Mariana Chaud e Ana Pauls. Questo sono soltanto le prime firmatarie ma nessuno ha escluso il fatto che possano aumentare nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso