Elezioni 2018

Elezioni 2018

14 Marzo Mar 2018 1445 14 marzo 2018

Le Parlamentari della Lega (Nord) di Salvini

Rispetto alla scorsa legislatura, le donne del Carroccio sono passate a cinque a 68. E il merito è dell'espansione del partito in tutta Italia.

  • ...
Donne Parlamentari Lega Salvini (1)

Il nuovo Parlamento eletto dopo il voto del 4 marzo 2018 ha il più alto tasso di donne della storia: il 34%. Un numero piuttosto alto se guardiamo il passato ma anche così lontano dal 50%, soglia dell'effettiva parità di genere. Abbiamo già visto e, in parte, spiegato perché i partiti della sinistra in Parlamento si siamo dimenticati, volontariamente e non, di questa tematica che storicamente e ideologicamente è sempre appertenuta a quell'area. Ora passiamo a destra, in particolare proviamo a osservare cosa sta succedendo in uno dei partiti vincitori delle elezioni 2018: la Lega di Matteo Salvini. Sono lontati i tempi della massima bossiana «La Lega Nord ce l'ha duro!», quella a trazione prevalentemente maschile, per intenderci. Nonostante la percentuale di donne sia leggermente sotto la media (30,89%) il nuovo Carroccio è passato dalle cinque parlamentari della scorsa legislatura a 68 (il numero potrebbe aumentare dopo che i conteggi al proporzionale saranno terminati). Anche se non propongono particolari tematiche o battaglie, le leghiste entrate alla Camera e al Senato sono fedeli al programma generale del partito: patria e focolare. Alla luce dei risultati delle elezioni 2018, conosciamo meglio alcune delle donne del nuovo corso salviniano.

ROSELLINA SBRANA

Uno dei nomi di punta è certamente quello di Rosellina Sbrana, veterinaria e consigliera comunale di Cascina, in provincia di Pisa, dal 2016. Va detto che la cittadina toscana è un piccolo feudo della Lega Nord, visto che è amministrata da una sindaca del Carroccio: Susanna Ceccardi. Non c'è da stupirsi, quindi, se alle elezioni politiche del 2018, nel collegio uninominale di Pisa, la Sbrana abbia battuto l'ex ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli per un seggio al Senato.

MAURA TOMASI

Altro nome forte è quello di Maura Tomasi che ha sconfitto l'ex ministro della Cultura, Dario Franceschini, nella sua Ferrara con dieci punti di distacco. Al di là della carriera politica, fa l'avvocato e ha la passione per le moto.

ANNA RITA TATEO

Le elezioni del 2018 hanno dimostrato quanto ormai la Lega di Salvini non sia più soltanto confinata al Nord ma è penetrata in tutto il territorio italiano, compreso il Sud e le Regioni rosse. Un esempio piuttosto emblematico è Anna Rita Tateo, avvocato 35enne, eletta alla Camera in Puglia con il sistema proporzionale. È la prima volta che nella Regione la Lega supera il 6%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso