12 Ottobre Ott 2017 1714 12 ottobre 2017

Femminismo, Justin Trudeau contro la cultura sessista

Il primo ministro canadese ha scritto un articolo per Marie Claire. Il messaggio è semplice: «I nostri figli possono sconfiggere le differenze di genere».

  • ...
Justin Trudeau

Per combattere il sessismo, bisogna essere più femministi. Diciamo che è questo il succo dell'articolo scritto per Marie Claire Usa da Justin Trudeau, il primo ministro canadese. E se lo dice lui, femminista convinto, c'è da stare tranquilli. Ma il suo ragionamento va oltre lo scontro prettamente ideologico. Il politico di Ottawa, infatti, ha scritto: «i nostri figli hanno il potere e la responsabilità di cambiare la nostra cultura del sessismo». Quindi, la lotta alle discriminazioni e l'impegno per la parità di genere devono diventare delle battaglie anche per le generazioni successive. Sia che si parli di bambine, che di bambini. E proprio ai maschietti, Justin Trudeau dedica un altro passaggio del suo articolo. Anzi, della sua lettera: insegnare loro a essere femministi è un vantaggio perché li aiuta ad «alleggerire la pressione di identificarsi in un unico modello maschile. Vorrei che fossero a loro agio con se stessi, che si alzino in piedi per ciò che è giusto e che possano guardarsi allo specchio ogni giorno con orgoglio e senza vergognarsi. Ricapitolando: la lotta al sessismo passa anche dalla costruzione di nuovi modelli maschili, nei quali i giovani (e futuri) uomini possano identidicarsi.

JUSTIN TRUDEAU: IL PADRE CHE DÀ L'ESEMPIO

E qual è il modo migliore per dimostrare tutti questi bei discorsi? Educare i propri figli secondo i principi e i valori del femminismo. Diciamo pure che, in un primo momento, Justine Trudeau aveva pensato a come crescere soltanto la propria figlia Ella-Grace in questo modo. Poi sua moglie Sophie gli ha ricordato che, probabilmente, l'educazione al femminismo poteva giovare anche gli altri due ometti di casa: Xavier e Hadrien. Perché anche loro devono diventare dei sostenitori delle donne e delle ragazze.

UNITI PER UN MONDO MIGLIORE (E FEMMINISTA)

L'insegnamento è solo un passaggio, dunque, per costruire le basi di una nuova società. «Il femminismo non è credere che uomini e donne siano uguali», ha proseguito Justin Trudeau nella lettera. E ha aggiunto: «È la consapevolezza che tutti siamo uguali, che tutti noi siamo molto più liberi. Questo mondo ancora non esiste, ma possiamo costruirlo. Crescere i nostri figli femministi è riconoscere che tutti possiamo fare la nostra parte per costruire questo mondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso