9 Ottobre Ott 2017 1907 09 ottobre 2017

Sciuragram: le over 60 alla conquista di Instagram

Sul social network spopola il profilo di queste anziane signore milanesi. Eleganti e originali conquistano anche Chiara Ferragni. 

  • ...
Sciuragram

Essere bella a 20 anni è facile, mantenere la classe e lo stile da anziane è un’altra storia. Si chiama sciuragram il profilo Instagram che raffigura signore over 60 e che con ironia sta smuovendo dalle fondamenta l’universo del fashion blogging. Oltre 70 mila follower entusiasti, fra cui Chiara Ferragni, che sulla propria immagine ha fondato un impero commerciale. Ricche, eccentriche ed eleganti, queste signore sono immortalate mentre aspettano il tram o chiacchierano con le amiche nel centro di Milano, per lo più inconsapevoli dell’attenzione del fotografo. E in mezzo a tanti corpi esibiti, sul social network si differenziano perché non usano filtri e non si spogliano. Non hanno bisogno di mostrare gambe nude e scollature vertiginose, loro. Sicure di sé, indossano con disinvoltura cappotti colorati e cappellini piumati. Al punto che la moda non la seguono: la fanno. E di tutto questo subbuglio mediatico le protagoniste di sciuragram non si preoccupano, hanno ben altro a cui pensare: l'invito a corte della regina Elisabetta potrebbe arrivare da un momento all'altro, meglio tenersi pronte.

A immortalarle è Angelo, uno studente 24enne originario della Basilicata. Il giovane non dice molto su di sé, preferisce lasciare i riflettori, o meglio i flash, alle signore della Milano bene. Sono invece suoi i commenti brevi e pungenti che accompagnano gli scatti.

SCIURAGRAM: COME SI VESTE UNA SIGNORA

Angelo le chiama ‘BFF’ (Best Friends Forever): le protagoniste di sciuragram, infatti, spesso sono in compagnia di amiche. Con cui andare a passeggio indossando un tailleur, la borsetta e una spilla appuntata sul bavero. Non c'è neanche bisogno di nominare il filo di perle: con quello una vera sciura ci dorme.

Ovunque si trovino, le «Sciura's angels», come le defisce il fotografo, sono perfettamente vestite per la situazione. Al massimo, un po' troppo eleganti.

«Una vera signora non esce di casa senza cappello e senza rossetto», sosteneva la mia bisnonna, da vera milanese. La moda passa ma alcune regole si mantengono.

LE OCCASIONI A MILANO NON MANCANO


Alle ignare modelle, evidentemente, i mezzi non mancano. I vestiti sono di alta moda, i weekend sul lago, il ritrovo con le amiche in una pasticceria del centro. Eppure, non è solo questo. La vera sciura ha un'eleganza innata.

Perché vestirsi bene per una festa è facile, siam buone tutte. La caratteristica essenziale, quella che distingue una sciura vera da una semplice imitatrice, è invece la costanza. Pensate a come vi siete vestite per andare in spiaggia a ferragosto: infradito, canotta, i capelli fissati in alto con una molletta e niente trucco? Non ci siamo.

«Jack, sto volando», scrive l'autore di sciuragram nel commento al post, citando la celebre scena di Titanic. Ma vogliamo mettere Kate Winslet coi capelli scompigliati al vento e lo scialletto sulle spalle. Che poi, se non era per Leonardo Di Caprio, non si sarebbe mai sporta dalla prua. Qui siamo ad altri livelli.

LA VERA SCIURA NON LO FA. LO È

«Non si guarda mai in camera, sguardo sempre verso l'orizzonte che ‘fa fashion blogger’», commenta Angelo sul profilo sciuragram. Paris Hilton aveva assunto un consulente per farsi suggerire in che posa risultava più fotogienica. Se lo consigliasse a questa signora riceverebbe come minimo una borsettata in testa. Certe cose non si imparano, si sanno e basta.

INSTAGRAM, AL VOSTRO SERVIZIO

Per essere perfettamente vestita in ogni occasione la tecnologia può essere un’ottima alleata. La sciura non si spaventa né davanti a un tacco 12 né a uno smartphone di ultima generazione.

Per le signore di sciuragram mandarsi i selfie dai camerini è infatti fondamentale per avere un parere dalle amiche. Perché che si tratti di una cena di beneficenza o del torneo di burraco, avere i capelli fuori posto o le scarpe non intonate alla borsetta non è ammissibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso