16 Giugno Giu 2016 1416 16 giugno 2016

Il tuo uomo lo veste l'influencer

Da Pitti Uomo i consigli del blogger Alessandro Magni su must have e nuove tendenze maschili. Dal denim al costume da bagno agli accessori: le dritte da dare al vostro partner in fatto di stile.

  • ...
pitti

Si chiama Pitti Uomo 90: è l'appuntamento imperdibile per gli addetti ai lavori e i cultori del menswear. La 90esima edizione, in programma a Firenze dal 14 al 17 giugno 2016, offre tutte le novità per la primavera/estate del 2017, ma permette anche di farsi un’idea su cosa è trendy nel 2016, guardando le centinaia di uomini dai completi bizzarri o dalle camicie ricercate che si aggirano per la fiera. Sono molti i brand italiani e internazionali che propongono l’abbigliamento maschile, e tantissimi gli eventi collaterali che tra i protagonisti vedono Fausto Puglisi, lo stilista russo Gosha Rubchinskiy, Lucio Vanotti e Raf Simons, ex direttore creativo di Dior.

Alessandro Magni a Pitti Uomo 90 (foto di Luca Stefanon).

Luca Stefanon - 2016

A SPASSO CON ALESSANDRO MAGNI
«C’è molto fermento e un’atmosfera frenetica, gente che corre ovunque e che come me ha mille appuntamenti», ci ha detto Alessandro Magni, blogger e influencer di lifestyle, che da un paio d’anni è seguitissimo su Instagram, dove racconta la sua intensa vita tra collaborazioni glamour e soggiorni in resort a cinque stelle. Si aggira tra i gentlement in cravatta con il suo look casual, i capelli perfettamente in ordine e il sorriso d’ordinanza, che l’ha reso così famoso sui social. «La cosa bella di Pitti è che ogni anno c’è un tema specifico, quest’anno quello dei numeri, che ispira installazioni e performance in tutta la Fortezza da Basso», dove la manifestazione si tiene ormai da un po’ di anni. Firenze sta rubando lo scettro a Milano di capitale della moda maschile «perché punta molto sulla creatività e sulla ricerca e poi sia le presentazioni che gli eventi collaterali sono organizzati in location particolari, che forse a Milano non troviamo».

2017 A TUTTO DENIM
Tra le novità per il 2017 c’è in realtà una riconferma: la tendenza ad outfit maschili sempre più informali, dove le giacche e i pantaloni, oltre a essere molto colorati, hanno tagli e tessuti originali. «Questo gioca a mio favore e a chi come me ama indossare pezzi classici, ma con un’aria fresca e giovane». Sembra essere il denim il vero protagonista della prossima stagione calda, non solo usato per i classici pantaloni, ma «declinato anche in giacche dal taglio sartoriale e camicie, che io amo indossare molto e con le quali mi sento davvero a mio agio». Il jeans trova spazio anche su scarpe, t-shirt e addirittura trench dal gusto inglese (nella gallery i capi da copiare).

COME VESTIRE IL VOSTRO UOMO
Spesso le donne entrano in panico quando devono dare consigli al proprio partner o semplicemente fare un regalo per il compleanno o per l’anniversario. Se anche al vostro uomo piace l’easywear di Alessandro Magni, le sue dritte sono assolutamente preziose. Partendo dalla giacca è importante fare una scelta accurata, ma «dipende molto dallo stile della persona. Se, come me, è prettamente informale, suggerisco un pezzo classico, smorzato magari con una t-shirt in tinta unita al posto della tradizionale camicia». Anche giocare con un pantalone «in contrasto può essere una buona idea. Poi per chi la usa, c’è l’empty pocket pochette, ovvero la pochette maschile, che in quel caso va abbinata alla maglietta o ai pantaloni». Non a tutti gli uomini invece piace la camicia, che per lavoro o per essere ordinati nelle occasioni importanti sono però costretti a indossare. Alessandro allora suggerisce una giusta via di mezzo: «Il colletto alla coreana è perfetto perché sta al confine tra formale e informale, tra una t-shirt e appunto una camicia». Questo modello oggi è tornato in voga e «si può tranquillamente indossare anche con un blazer».

Alessandro Magni con i suoi accessori preferiti a Pitti Uomo 90 (foto di Luca Stefanon).

Luca Stefanon - 2016

GLI ACCESSORI GIUSTI
Se l’uomo nell’abbigliamento non ha troppa scelta, al di là di colori e fantasie, può sfogarsi con gli accessori. Alessandro non ne indossa mai troppi, ma non rinuncia «allo zainetto, soprattutto d’estate, e all’orologio. Ne cambio anche uno al giorno e cerco di abbinarlo al mio outfit almeno per cinturino o quadrante». Lui non ne porta molti, ma dice che sugli altri ama anche vedere i bracciali, «magari che rispecchino lo stile della persona». Per le scarpe invece libero sfogo alla fantasia, ma anche qui bisogna stare attenti alle occasioni. «Suggerisco di giocare con i contrasti: se indossate un completo classico magari scegliete una sneaker, mentre con t-shirt e pantaloni casual buttatevi su una stringata». Nel suo kit da bravo influencer non può mancare poi la tecnologia, che per molti uomini è ormai considerata accessorio: «Ho sempre con me un obiettivo Fish Eye, che permette di fare delle foto particolari, una macchinetta GoPro e una lucina esterna per fare gli scatti in notturna».

COME FARGLI FARE LA VALIGIA
Per uno abituato a viaggiare molto come Magni, è importante riuscire a fare una valigia che contenga tutto ciò che può servire per il proprio lavoro o per lo svago, ma pensata ad hoc. «Mi porto sempre un cappellino e ovviamente gli occhiali da sole, che cerco di cambiare ogni giorno, così da rinnovare con poco ogni outfit». Impedite ai vostri mariti o fidanzati di fare le valigie a caso, ma seguite d’ora in poi il metodo Magni: «È fondamentale pensare a cosa indossare giorno per giorno, per non portare vestiti in eccesso. Io scelgo le cose in base al mio lavoro, ma anche chi viaggia abitualmente dovrebbe usare un criterio. Consiglio poi di portarsi sempre un paio di t-shirt basic in più, da sfruttare in varie occasioni». Non ci ha insegnato i trucchi per far stare tutto nel trolley, ma dosare i pezzi è già un buon inizio.

VACANZE, ISTRUZIONI PER L'USO
La vita di un globetrotter come lui è piena di eventi mondani, ma anche di rilassanti esperienze in resort di lusso. «L’ultima interessante che ho fatto è stata alle Maldive. Una meta che solo quando ci arrivi capisci che effetto fa essere su un isolotto magnifico perso nel nulla». Lì oltre a godersi i benefit della struttura, ha anche sfoggiato una serie di costumi da bagno, già diventati di tendenza per l’estate ormai alle porte. «Io, contrariamente a molti uomini, in spiaggia amo indossare anche gli slip, mentre i bermuda, che sono comunque molto comodi, li preferisco per l’ora dell’aperitivo, magari portati con una camicia aperta». Sono tornati di moda i colori accessi e le fantasie tropicali, ma anche «le stampe di immagini reali e di foto, che rendono i costumi davvero originali». Prendete nota allora per trasformare il vostro lui in un vero trend setter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso