1 Aprile Apr 2016 2004 01 aprile 2016

Slimane dice addio a Saint Laurent

Dopo quattro anni, il direttore creativo lascia la maison, che lo ha ringraziato in una nota ufficiale: «Dal 2012 ha ridato modernità e autorità alla casa di moda. Rispettandola».

  • ...

Era nell'aria da tempo, adesso c'è l'ufficialità: Hedi Slimane ha detto addio a Yves Saint Laurent, di cui è stato direttore creativo per quattro anni, periodo in cui è riuscito a ridare smalto a una dei marchi più prestigiosi del fashion system. A dare l'annuncio è stata la stessa maison, che fa capo al gruppo del lusso Kering, e che l'ha ringraziato in una nota ufficiale: «Dal marzo 2012 sotto la sua guida la maison ha conosciuto una riforma olistica che gli ha ridato modernità e autorità risvegliando e rispettando la visione originale di Monsieur Yves Saint Laurent, con un successo innegabile. Questo riposizionamento ha regalato un nuovo soffio di vita e aperto un nuovo capitolo nella storia di una delle più grandi case di moda della couture francese». Per gli addetti ai lavori, nel futuro di Hedi Slimane, nato nel 1968 a Parigi da padre tunisino e madre italiana, ci sarebbe il ritorno a Dior, mentre il suo successore dovrebbe essere lo stilista belga Anthony Vaccarello. In attesa di scoprire le conseguenze dell'ultimo 'terremoto' nel mondo della moda, ecco cinque cose da sapere su Hedi Slimani, il designer più influente degli ultimi quindici anni.

SENZA YVES
Pupillo di Pierre Bergé, braccio destro e compagno di vita di Yves Saint Laurent, Hedi Slimane a soli 27 anni Slimane divenne il designer di punta della linea pour homme e direttore artistico per la linea YSL Rive Gauche, prima di passare a Dior e tornare a 'casa' nel 2012. Quattro anni fa, come prima mossa scelse di cambiare il nome della linea dedicata al prêt-à-porter da Yves Saint Laurent a Saint Laurent Paris, non senza polemiche. Ma d'altra parte Slimane si era già distinto per un'altra audace e simile decisione nella sua carriera: nel 2001, quando era direttore creativo di Christian Dior, aveva infatti cambiato il nome della collezione Christian Dior Monsieur in Dior Homme, rivitalizzando anche in quel caso le vendite della maison.

LA DIETA DI KARL
Nell'ottobre del 2012 Hedi Slimane presentò a Parigi la prima collezione disegnata per Saint Laurent Paris, ispirata al rock degli anni '70. Ma aveva già rivoluzionato le passerelle ai tempi di Dior Homme, quando lanciò la moda degli abiti attillati, ispirati allo streetwear della costa ovest degli Stati Uniti. Insomma, è a lui che dobbiamo i pantaloni super skinny. Uno stile che motivò Karl Lagerfeld: il guru della moda ha infatti raccontato che alla base della sua drastica perdita di peso di qualche anno (oltre 40 kg in poco più di un anno) fa c'è stato il desiderio di poter 'entrare' negli abiti skinny disegnati da Slimane.

STILISTA ROCK
Pantaloni aderenti, cravatta sottile nera, felpe e giacche di pelle. Hedi Slimane è uno stilista rock e, infatti, ha spesso accostato il suo nome a quello dei musicisti più acclamati, per i quali ha disegnato gli abiti da indossare sul palco. L'elenco è lungo e comprende star del calibro di Mick Jagger e Beck, oltre a gruppi come The Libertines, Franz Ferdinand e The Kills. Ha anche commissionato a band britanniche colonne sonore originali per le sfilate: ne è un esempio il brano In The Morning dei Razorlight, scritta per la collezione autunno/inverno 2005/06 di Dior Homme.

L'ACCUSA DI KANYE 
Se Hedi Slimane è apprezzato dai rocker, non si può dire altrettanto dei rapper. O, almeno, di Kanye West, che tre anni fa l'ha addirittura accusato di plagio. Eppure Slimane non aveva provato a intraprendere la carriera musicale: incredibilment,e ma nemmeno così tanto considerate le sue manie di grandezza, nel settembre del 2013 West ha detto che il mondo della moda è pieno di 'copioni' e che il peggiore sarebbe proprio Hedi Slimane, colpevole di avergli rubato l'idea dei 'jogging pants' di pelle, che proprio il rapper avrebbe inizialmente proposto a Fendi.

BIANCO E NERO 
Hedi Slimane non è solo uno dei designer più rivoluzionari. È anche un apprezzato fotografo e la sua specialità sono i ritratti in bianco e nero di musicisti. Ha fotografato Keith Richards, Lou Reed, Amy Winehouse, Courtney Love, Marilyn Manson e molti altri, espondendo i suoi scatti in prestigiose gallerie e pubblicando finora cinque libri fotografici. Il più riuscito è probabilmente London Birth of a Cult del 2005, dedicato a Pete Doherty all'epoca della fondazione del suo secondo gruppo, i Babyshambles.

Nella gallery di LetteraDonna, le creazioni di Hedi Slimane nei quattro anni da direttore creativo di Yves Saint Laurent.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso