5 Ottobre Ott 2015 1109 05 ottobre 2015

Da Margiela sfilano gli Anni '50

Seconda prova per il direttore artistico della maison John Galliano. Che ha portato in passerella il suo stile inconfondibile stravolgendo forme e materiali. Ma anche la distinzione tra i sessi.

  • ...
PARIS, FRANCE - SEPTEMBER 30:  Models walk the runway during the Maison Margiela show as part of the Paris Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2016 on September 30, 2015 in Paris, France.  (Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)

A Parigi è andata in scena la collezione per la primavera-estate 2016 di Maison Margiela. Seconda prova per John Galliano - direttore artistico del brand dal 2014 - che ha impresso nuovamente il suo marchio di fabbrica unico e distinguibile tra tutti gli altri. Portando in passerella un guardaboba di broccati, tailleur, ricami e top Anni '50 che vengono stravolti tanto per forma quanto per materiale.
Fino a uno stravolgimento di genere, con modelli abbigliati con abiti femminili che rendono ancora più indefinita la distinzione tra i sessi in fatto di abbigliamento.
Un linguaggio contemporaneo pescando nel passato. Protagonisti diventano la gommapiuma, il neoprene, il nylon, l’organza e il cloque, che concorrono a creare un alone artificiale ad una passerella haute couture, abbinandosi a volumi ben delineati, specchi infranti come decorazione, pennellate d’oro che arricchiscono le gonne a panier, obi che costringono i bustier. In questo vortice di idee e creazioni, i tessuti si tingono di bianco, nero, aubergine, viola, verde e rosso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso