25 Settembre Set 2015 1112 25 settembre 2015

Moschino, lavori in corso

Jeremy Scott ha trasformato la passerella in un cantiere stradale super pop: completi fluo e abiti Cadillac per una donna elegantissima che esce da un ingorgo completamente strasformata.

  • ...
moschino

Lavori in corso da Moschino, che ha trasformato la sua passerella in un vero e proprio cantiere stradale, con tanto di lavaggio auto, strisce segnaletiche, cartelli e un caschetto protettivo come invito per gli ospiti.
Protagonista del film immaginario che sta dietro la collezione per la primavera-estate 2016 disegnata da Jeremy Scott - il genietto pop che ha ridato glamour al marchio - è infatti una donna elegantissima che si trova intrappolata in un ingorgo stradale, da cui esce completamente trasformata.

TAILLEUR FLUO E ABITI CADILLAC
Ecco quindi il tailleur bon ton in tweed ma in colori fluo, con tanto di banda catarinfrangente, il completo in macramé che riproduce la rete dei cantieri stradali, il cappello che ricorda le spazzole del lavaggio auto, l'abito avvolto da un nastro giallo e nero con scritto 'caution'. Il massimo della 'street-couture' sono i birilli che delimitano le aree interdette al traffico, le cui sagome si confondono tra i fiori della stampa ispirata all'alta moda degli Anni'50, le lunghe setole per lavare le auto che diventano abitini colorati, gli abiti Cadillac che brillano di luce propria perché hanno i fanali applicati sulla gonna.

LA CAPSULE COLLECTION UNISEX IN 180 NEGOZI
Sfila in passerella anche la capsule collection unisex che sarà in vendita da subito, composta da borse rotonde come segnali stradali, abitini con scritto 'shop' anziché 'stop', t-shirt che riprendono l'immagine del nuovo profumo 'Fresh', in uscita a ottobre, contenuto in un flacone che ricorda quello dei detergenti spray per fare le pulizie. La capsule - spiegano dalla maison - viene acquistata a occhi chiusi da 180 negozi e solo il suo fatturato supera quello registrato dall'intero marchio nell'era pre Jeremy Scott.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso