3 Agosto Ago 2015 1654 03 agosto 2015

Un'estate Anni 70

Nel 2015 si torna al passato. Ecco quali sono i look da imitare direttamente dal decennio della disco music, tra tagli di capelli, pantaloni a zampa di elefante e makeup invisibile.

  • ...
ThinkstockPhotos-57571844

Volete essere alla moda quest'estate? Non pensate al presente allora, ma tuffatevi nel passato e tornate a rivivere i magnifici Anni 70, con le loro acconciature lisce o cotonate, i pantaloni a zampa di elefante o le coroncine di fiori in stile hippy. Per districarsi tra i trend che nacquero in quel decennio all'insegna della creatività e adottare il look più adatto a noi, ci viene in soccorso un pregiato volume rilegato firmato da Antonio Ciaramella. Si tratta di Make up. 100 anni allo specchio (Libreria Efesto, pp. 480, 60 euro), dove si scopre che il trucco nude effect è nato proprio in quegli anni.

IN PRINCIPIO FU IL (NON) TRUCCO
Le donne non hanno bisogno di truccarsi. Le donne sono belle così come sono. Affermazioni che negli Anni 70 derivavano più o meno direttamente dalla cultura femminista, che si ribellava a quegli stereotipi di bellezza imposti dall'occhio maschile. Sono gli anni della rivincita delle donne androgine, e non necessariamente tutte curve (come la Twiggy del decennio prima). Si fa strada, dunque, il concetto di trucco invisibile o, tutt'al più, naturale (poi arrivò il punk, e tutto cambiò). Anche gli smalti sono chiarissimi, mentre le sopracciglia si assottigliano. E i capelli?

LISCISSIMI
Negli Anni 70 furono essenzialmente quattro i tagli più adottati. Il primo è un classico: capelli lunghi e lisci. Il modello di riferimento è l'attrice Ali MacGraw, star di Love Story. Oggi come allora, il metodo più adoperato per ottenere quel tipo di taglio è l'utilizzo della piastra. Ma esiste anche una soluzione 'al naturale': bastano mollette, bigodini e un grande foulard per dare vita alla 'svedese'. Ma ci vogliono almeno sei o sette ore perché i capelli diventino lisci.

UN LOOK OUT OF THE BED
Il taglio shag venne inventato nel 1965 da Paul McGregor e ancora oggi può essere portato sia da uomini sia da donne. Il look che ne deriva ha uno spiccato gusto rock ed è ottenuto alleggerendo la chioma con sfoltite tattiche che danno alle diverse ciocche lunghezze differenti. L'effetto disordinato è quindi studiato a tavolino.

DALLA PISTA DI PATTINAGGIO ALLA PASSERELLA
Si tratta di un cuneo, letteralmente. I capelli sono corti sulla nuca e si allungano mano mano che risalgono la testa fino a diventare lunghi all'altezza della fronte. La sua interprete principale fu la pattinatrice Dorothy Hamill, campionessa olimpica e mondiale nel 1976. Il taglio di capelli, quindi, si sdoppia, diventando corto e lungo allo stesso tempo.

COME FARRAH FAWCETT
Pieghe e ali sono le basi del taglio flicks and wings. Stavolta i capelli acquistano volume, diventando vaporosi. L'attrice simbolo di questa acconciatura è Farrah Fawcett. Per ottenere questo taglio all'epoca era necessario un armamentario di phon, bigodini, spazzole rotanti e pettini speciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso