24 Luglio Lug 2015 1632 24 luglio 2015

Sei vestiti per sei invitate

Il 25 luglio è il giorno delle nozze tra Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo. Che cosa indosseranno nonne, zie e mamme degli sposini? A vestirle ci abbiamo pensato noi di Letteradonna.it.

  • ...
Marta-Marzotto

È il matrimonio dell’estate. Il più chiacchierato e il più invidiato. Il 25 luglio Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo convolano a nozze con rito civile a Montecarlo. Lui figlio di Caroline di Monaco e di Stefano Casiraghi, lei di Paola Marzotto e Carlo Ferdinando Borromeo. Nelle vene di entrambi dunque scorre sangue blu. E se i due giovani si sono sempre distinti per essere fuori dalle righe, almeno rispetto alle regole di corte, anche per il matrimonio non saranno da meno.

MERENDA E NIGHT CLUB
Subito dopo la cerimonia, infatti, anziché il tradizionale pranzo, si terrà un picnic con seicento invitati. Niente panini, tranquilli, ma un buffet di alta cucina, rassicurano da Palazzo Grimaldi. La sera invece la festa si sposta al Jimmy’s, un famoso locale di Monaco, dove il tono si prospetta naturalmente più sostenuto. A proposito, è lecito interrogarsi sugli outfit che indosseranno gli invitati, con un occhio di riguardo per le signore. C'è ancora qualche incertezza sullo stilista che ha disegnato l’abito della sposa: si scommette su Valentino per la data di Monaco e su Armani per il rito religioso che si celebrerà sul lago Maggiore. E le parenti strette degli sposini che cosa indosseranno? A loro ci pensa LetteraDonna.it. Ecco come ce le siamo immaginate, partendo da abiti in tinta unita modellati sulla personalità di ognuna.

A sinistra Carolina di Monaco, a destra un abito blu Cina di Saloni (a 724 euro).

LA MAMMA IN CORTO
La mamma dello sposo, Carolina di Monaco, starebbe bene con un abito al ginocchio, come ama portare lei di solito. Quello di Saloni in broccatino leggero con maniche a tre quarti e gonna a palloncino è regale al punto giusto. Il blu Cina, poi, è il colore ideale per risaltare tra gli ospiti, senza mettere in ombra la futura nuora. Caroline saprà poi abbinarvi i giusti accessori e i gioielli perfetti per l'occasione.

A sinistra Stephanie di Monaco, a destra un abito lungo turchese di Balenciaga (a 1.695 euro).

LA ZIA IN TURCHESE
Per quanto riguarda Stephanie di Monaco, zia dello sposo, la scelta ricade su un lungo abito turchese pallido firmato Balenciaga: scollo a V, pochi fronzoli. A differenza della sorella, Stephanie non ha mai prestato troppa attenzione al look, quindi un outfit sobrio ma raffinato è quello che ci vuole per non fare brutta figura a corte.

A sinistra Charlotte Casiraghi, a destra abito rosso ciliegia di Gucci (a 2.200 euro).

CHARLOTTE IN GUCCI
È un'icona di stile, invece, la bella Charlotte Casiraghi, sorella dello sposo nonché tra le rampolle più fotografate nel mondo della moda. Vista la sua passione per Gucci, di cui è stata anche testimonial, l’abito color ciliegia con maniche lunghe e fiocco sul collo sembra disegnato apposta per lei. Con quel fisico e la sua spigliatezza, un vestitino corto è la scelta giusta, soprattutto se abbinato a dei sandali gioiello.

A sinistra Charlene Wittstock, a destra abito di Valentino (a 3.980 euro).

CHARLENE PRINCIPESCA
Charlene Wittstock, moglie del principe Alberto, parte avvantaggiata. La sua bellezza e la sua eleganza innata, infatti, le permettono di indossare davvero qualsiasi cosa. Per l’occasione, però, l’abito con mantello color grigio perla di Valentino è l’opzione più azzeccata. Questo modello infatti è perfetto per i suoi capelli corti e la farà assomigliare ancor di più alla compianta Grace Kelly.

A sinistra Marta Marzotto, a destra abito verde acqua di Oscar De La Renta (a 3.350 euro).

LA MARZOTTO IN CAFTANO
Dalla parte della sposa, invece, non può mancare l’eccentrica nonna Marta Marzotto, da sempre affezionata ai caftani. Nessuno sa portarli come lei. Per il matrimonio della nipotina preferita, la vediamo bene con quello verde acqua di Oscar De La Renta, fatto di mille fronzoli sui lati e ricami ton sur ton sul davanti. Abito che la Marzotto saprà valorizzare con collane e bracciali vistosi, proprio come piacciono a lei.

A sinistra Lavinia Borromeo, a destra abito arancione Roksanda (a 1.416 euro).

LAVINIA LA MINIMALISTA
La sorellastra di Beatrice, Lavinia Borromeo, nota per il suo stile sobrio e minimalista, starebbe molto bene con il lungo abito arancione di Roksanda. La manichina corta e la scollatura praticamente inesistente danno al vestito il giusto tocco concettuale, che Lavinia apprezza molto. Nessun gioiello e accessori minimali completeranno un ouftit da copiare per chi ama la regola del less is more.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso