23 Luglio Lug 2015 1810 23 luglio 2015

La stilista del restauro

Ennesimo atto di mecenatismo da parte di Carla Fendi che insieme con la sua Fondazione ha finanziato i lavori di ristrutturazione del Teatro Caio Melisso di Spoleto.

  • ...
'The Glory Of Water' : Karl Lagerfeld's Exhibition Preview At Fendi

Carla Fendi con lo stilista tedesco Karl Lagerfeld.

Getty Images - 2013 Bertrand Rindoff Petroff


«L'Italia, è così bella e a volte così dimenticata». Sono le parole di Carla Fendi rilasciate all'Ansa dopo la scelta di ristrutturare il Teatro Caio Melisso, oggi anche Spazio Carla Fendi. Un amore per l'arte, forte, intenso, che l'ha portata a diventare promotrice per la salvaguardia delle opere artistiche del Paese.


UNA MODERNA MECENATE
Quarta delle sorelle Fendi dopo gli studi classici entrò alla fine degli Anni '50 nell’azienda di famiglia dove già lavoravano le sorelle Paola, Anna, Franca e in seguito anche Alda. Carla svolse sin da subito diverse esperienze passando dall’amministrazione alla produzione, dalle vendite alla progettazione dove ha lavorato a fianco dello stilista tedesco Karl Lagerfeld. Parallelamente, a partire dagli Anni '60, si è dedicata al settore delle relazioni pubbliche. Una scelta rivelatasi vincente, tanto che l'esportazione del marchio Fendi in America sancì definitivamente il successo della casa di moda in tutto il mondo. Carla Fendi, pur continuando a collaborare alla creazione, ha poi iniziato a dedicarsi sempre più spesso al reparto comunication del brand di famiglia. Nel 1994 quindi ha assunto la Presidenza del Gruppo. Dal  2004 al 2008 si è occupata anche della Direzione Immagine Istituzionale dell'azienda, diventando nel 2008 Presidente Onorario ad vitam. Nel 2007 ha creato la Fondazione Carla Fendi, nata con lo scopo di contribuire alla tutela e al mantenumento della cultura e dell'arte dell'Italia.

IL TEATRO CAIO MELISSO
Un amore per le bellezze artistiche del Paese che ha portato la Fondazione a dedicarsi alla completa ristrutturazione del Teatro Caio Melisso di Spoleto. Proprio durante il Festival dei Due Mondi, Carla Fendi ha presentato i lavori ultimati dopo quattro anni e mezzo. Un restauro che ha permesso il recupero artistico-decorativo di una parte della cavea di platea, la riorganizzazione degli impianti per il pubblico nel foyer, negli ordini dei palchi e nella galleria con le zone di accesso e la messa in sicurezza degli impianti tecnici dedicati alla sicurezza. «L'obiettivo è di continuare a vegliare sul Teatro Caio Melisso affinché venga mantenuta l'integrità estetica dei lavori fatti e condivisi», ha commentato.

L'AMORE PER L'ARTE
La passione dell'arte non appartiene però solo a Carla, ma all'intera famiglia. Le sorelle Fendi si sono dimostrate generose mecenati nella riscoperta e restauro del patrimonio artistico italiano. Nel gennaio del 2013 il Gruppo ha finanziato la ristrutturazione della Fontana di Trevi a Roma. Nel 2014, in ricordo della morte del marito Carlo Speroni, Carla ha fatto restaurare  i due altari laterali del presbiterio della Pieve di Santa Maria Assunta di Piancastagnaio (Siena). 'Griffati' sono anche gli interventi sul complesso delle Quattro Fontane. La casa di moda, inoltre, ha investito anche sul cinema con la completa riparazione della pellicola Gruppo di famiglia in un interno (1974) di Luchino Visconti.

LE SORELLE FENDI
Il marchio Fendi nasce a Roma nel 1925. Inizialmente si trattava di un piccolo negozio di pellicce e pelletteria aperta da Edoardo e Adele Fendi, poi diventato nel tempo uno dei marchi made in Italy più apprezzato nel mondo della moda. Nel 1946, dopo la morte del padre, nell'azienda sono entrate anche le cinque figlie della coppia. Nel 2000 il marchio è passato in mano a Louis Vuitton pur mantenendo buona parte dell'ossatura amministrativa data negli anni all'azienda dalla famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso