14 Luglio Lug 2015 1554 14 luglio 2015

Nuova moda Iran

Molti divieti, pochi soldi. Ma Instagram sta aprendo nuovi orizzonti alle maison di Teheran, che pian piano stanno cercando di allinearsi al mondo fashion dell'Occidente.

  • ...
Dohe-couture-11

Non è semplice lavorare nel mondo della moda in Iran. L'oppressione della Repubblica Islamica non incoraggia certo la creatività, ma da qualche anno qualcosa sta cambiando. E anche a Teheran comincia a diffondersi la cultura della sfilata. Con molti limiti, ma i social, Instagram in particolare, aiutano ad aggirarli.

MODA INSTAGRAM
In Iran i modelli sono soprattutto 'virtuali'. Servizi fotografici e cataloghi vengono diffusi su Instagram, che a differenza di Twitter e Facebook non è sottoposto a controlli. Il social network fotografico ha dato nuova linfa al mondo della moda iraniana, che negli ultimi anni aveva subito una battuta d'arresto. Dal 2010 circa, però, ci sono dei piccoli segnali di ripresa. Anche grazie a un imprenditore, Ramzara, che ha dato vita a una fiera dal nome Modex.

CAPELLI VIETATI
Le limitazioni colpiscono, ovviamente, anche le modelle donne, che devono sempre indossare un velo che copra l'intera capigliatura. Un divieto che viene aggirato con un piccolo escamotage: basta dichiarare che quella fotografata non è la chioma autentica della modella, ma una parrucca. Le modelle, comunque, nel corso degli anni hanno potuto sfilare in eventi, per così dire, 'clandestini', organizzati dalle maison internazionali in spazi privati.

POCHI SOLDI
La moda iraniana è comunque ancora agli inizi e non allineata agli standard internazionali. Per diventare un modello è sufficiente avere un bel viso, essere alti e possibilmente palestrati. Gli ingaggi non sono poi sufficienti per sopravvivere solo sfilando, per questo motivo molti modelli lavorano anche in Turchia, magari portando avanti un secondo mestiere (che in realtà è quello più redditizio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso