22 Giugno Giu 2015 0958 22 giugno 2015

L'uomo di Zegna è trasparente

Romantico ma sicuro, libero di vivere la moda in maniera scolta e pescare ispirazioni dal guardaroba di lei. Soprabiti che sembrano vestaglie. Tanto bianco e nero e qualche colpo di colore. Ecco il video della sfilata.

  • ...
Milan Men's Fashion Week S/S: Ermenegildo Zegna

Se la moda è contaminazione va abbattuta anche l'ultima barriera. Trasparenze e leggerezze non sono più sono più solo appannaggio delle signore. Ci crede Stefano Pilati, direttore creativo di Ermenegildo Zegna, che per la nuova collezione della maison biellese esibisce in passerella ampi pantaloni in voile di cotone portati sotto le giacche di popeline con un effetto certamente fresco e perfino sartoriale. «Questo è un uomo romantico ma sicuro, forte e con un'attitudine quasi femminile» spiega lo stilista sottolineando quel 'quasi'. Perché la sua non è una moda genderless, e Pilanti ci tiene a sottolinearlo: «È una collezione maschile libera». Libera di vivere la sartorialità in modo sciolto, tutto bianco o tutto nero, con giacche un po' a scatola o sciancrate e perfino accoppiate con un altro leggero blazer a far da camicia. Un'attitudine vestaglia per i soprabiti in madras doppiato con organzino fresco. Molto scozzese anche per i trench e per i giubbini con bordo elastico da portare sui calzoni ripresi alla caviglia, da ciclista di un tempo. I quadri sul grigio e nero quasi si annullano mentre stupiscono i beige uniti con il viola e i pastello. Inusitati tasconi avanti e dietro e in generale una silhouette leggera «che mostra la costruzione restando decostruita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso