19 Giugno Giu 2015 1303 19 giugno 2015

Royal Ascot, tanto di cappello

Dopo i trionfi di piume e di fiori delle scorse edizioni alla celebre gara di cavalli inglese trionfa la sobrietà. Ecco i consigli per replicare i look, reali e non. Focus sul panama.

  • ...
SGP Reference: ShootID=2781397 EventID=91371 Date=17/06/14

È tempo di Royal Ascot, di corse ippiche, ma soprattutto di cappelli. Puntuale come ogni anno ad Ascot, cittadina inglese del Berkshire, arriva la corsa a cavallo più amata dalla Regina Elisabetta II, che in questi giorni è arrivata a bordo della sua carrozza per godersi l’evento più chiacchierato del regno e non solo. L’interesse però non è tanto per l’evento sportivo in sé, quanto per tutto quello che ci ruota attorno, compresi i look delle numerose dame presenti, che non rinunciano a dei copricapo bizzarri.

Fiori tropicali e mini pony sui cappelli di queste donne al Royal Ascot 2015.

DALLE PIUME AI FIORI TROPICALI
Nelle ultime edizioni, la questione cappelli è forse sfuggita un po’ di mano alle astanti, che fanno letteralmente a gara per chi indossa il copricapo più grande, più eccentrico e spesso più kitsch. Dal bouquet di fiori esotici al mini pony, anche quest’anno se ne stanno vedendo davvero di tutti i colori e di tutte le fogge. Ci sono voluminosi trionfi di piume o infinite onde di raffia color crema. Per fortuna però c’è anche chi si contiene e con sobria eleganza indossa capellini Anni Cinquanta dal gusto nostalgico, ma decisamente più portabile. Poi tra i Reali d’Inghilterra, oltre a Sua Maestà, anche le sorelle Eugenia e Beatrice di York hanno sfoggiato cappellini contenuti e tutti da copiare.

Le sorelle Eugenia e Beatrice di York al Royal Ascot 2015.

Goff Photos/SGP - Copyright Goff Photos/SGP 2015

SOBRIETÀ DA CERIMONIA
Per fortuna gli stilisti non hanno ceduto alle bizzarrie ippiche d’Oltremanica, per lo meno per quanto riguarda i pezzi in vendita in negozi e boutique. Se avete un matrimonio a breve e per un giorno volete sentirvi anche voi un membro della famiglia reale, potete cedere ai piccoli eccessi di Philip Treacy, noto 'cappellaio' britannico, che per questa calda stagione propone degli accessori che si sviluppano in altezza, ricchi di tulle e velette. Se amata la tesa larga come Beatrice di York, potete puntare sul cappello giallo e nero di Emilio Pucci o quello bordato di rosso di Eugenia Kim, mentre per rimanere sulle tinte neutre e magari darvi un’impronta maschile, Gladys Tamez Millinery ha disegnato il panama che fa per voi.

Colori neutri tra piume e onde mozzafiato al Royal Ascot 2015.

IL PANAMA CAMBIA LOOK
C’è chi poi il panama lo rivoluziona e trasforma il classico cappello con la tesa in un copricapo con visiera, sempre in paglia e sempre con il classico gos grain a bordarlo. Ci pensa ad esempio Borsalino, con una versione originale e dai colori chiari del suo pezzo forte, mentre Federica Moretti ci attacca in cima addirittura due orecchie in raso da sexy coniglietta. Giorgio Armani mantiene la forma classica, ma lo tinge d’argento, mentre i giovani del brand Super Duper Hats, lo ricoprono di pizzo macramè nero in contrasto. Quello nero di Zara invece si sviluppa in altezza, per essere glamour spendendo poco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso