Stile 21 Gennaio Gen 2015 1026 21 gennaio 2015

Shopping con l'uomo d'inverno

Le cinque tendenze della Milano Fashion Week maschile. Ecco come gli stilisti vedono il tuo lui.

  • ...
475612991

Eleganza e raffinatezza. Si possono riassumere così le regole per lo stile maschile dell'autunno/inverno 2015-2016 dettati dalla Fashion week milanese di gennaio 2015. Il guardaroba del vostro lui avrà le tonalità del cammello, del marrone e del grigio e sarà classico ma con molte variazioni sul tema. I completi tornano a imporsi, così come il cappotto e più in generale il soprabito come nuovo elemento indispensabile. Sarà anche la stagione dei sapori vintage, con il ritorno sulle passerelle di velluto e montone. Pochissimo sportwear per lasciare spazio a look vanitosi per nuovi bohèmienne che amano arrotolarsi fiocchi e sciarpine al collo, per una mascolinità completamente rivisitata. LetteraDonna.it ha individuato i cinque trend da consigliare al vostro uomo per i prossimi freddi.

Da sinistra verso destra: Ermenegildo Zegna, Canali e Marni collezioni autunno/inverno 2015-16.

CAPPOTTI LUNGHI
Il cappotto, si sa, è il capospalla per eccellenza e così come per le donne, anche per l’uomo diventa oversize, si allunga fino a sotto il ginocchio e avvolge completamente il corpo, che sia portato chiuso o svolazzante. Da Ermenegildo Zegna è a maxi quadri sul grigio, mentre da Marni è in tinta unita sul marrone, con mostrine sulle spalle e revers importanti. Rompe la monotonia dell’inverno poi il giallo limone di Canali, per un cappotto chiuso a sei bottoni. Sono lunghi e stretti invita anche i soprabiti di Jil Sander e Corneliani. Svolazzanti e bordati di pelliccia invece da Dolce&Gabbana, mentre più minimalisti sono quelli di Calvin Klein Collection.

Da sinistra verso destra: Etro, Bottega Veneta e Dolce&Gabbana collezioni autunno/inverno 2015-16.

IL RITORNO DEL VELLUTO
Gli stilisti sono nostalgici e dopo qualche anno d’assenza, ripropongono il velluto come tessuto simbolo per il prossimo inverno. È liscissimo quello nero delle giacche sagomate di Dolce&Gabbana, dove tasche e dettagli sono in contrasto. Da Etro, invece, è a costine e sui toni del marrone, dal caffè al bruciato, per completi dal mood retrò. Stesso spirito da Bottega Veneta, dove il velluto si tinge di nuance vivaci per pantaloni o salopette originali. Anche Ermenegildo Zegna e Costume National scelgono il velluto per alcuni dei loro outfit, riuscendo a trasformarlo in un elemento decisamente contemporaneo.

Da sinistra verso destra: Fendi, Salvatore Ferragamo e Vivienne Westwood collezioni autunno/inverno 2015-16.

MONTONE ROVESCIATO
Sul filo del ricordo, continua anche l’amore dei designer per il montone rovesciato, che con la sua morbidezza diventa elemento indispensabile per giacche e giacconi. Sono corti e puliti i giacchini marroni di Fendi, che completano look da bravo ragazzo con pullover a righe e pantaloni classici. Da Salvatore Ferragamo le giacche in montone sono lunghe e spatolate, mentre Vivienne Westwood non fa mancare il suo tocco anticonformista con giacche da rivoluzionari francesi che si ricoprono di morbido montone naturale. Richiamano le montagne canadesi i giacconi di DSquared2, mentre da Trussardi è il ricordo di Court Cobain a ispirare le giacche dai colli in montoncino.

Da sinistra verso destra: Emporio Armani, Jil Sander e Antonio Marras collezioni autunno/inverno 2015-16.

IL COLOR CAMMELLO
Oltre al grigio e alle mille sfumature del marrone, il colore dei prossimi freddi per l’uomo sarà il cammello. Caldo e sempre raffinato, è stato scelto da molti stilisti per conferire una certa autorevolezza ai propri modelli. È così ad esempio per i cappotti di Emporio Armani, dove le maniche sono di una sfumatura diversa rispetto al busto e abbinati a scarpe e alla maxi borsa. Jil Sander colora i trench minimalisti portati sopra a dolcevita rosso fuoco, mentre da Antonio Marras sono i caban informali a tingersi di cammello su look dal profilo underground. Questa nuance è stata scelta poi anche da Etro, Costume National e Versace nelle loro collezioni.

Da sinistra verso destra: Gucci, Costume National e Missoni collezioni autunno/inverno 2015-16.

STILE BOHÈMIENNE
Per il prossimo inverno scordatevi il maschio alfa. Il guardaroba uomo si ammorbidisce con linee e ispirazioni femminili da perfetti bohèmienne intellettuali. Ispirano questo i modelli di Gucci, che si vestano di pantaloni Anni '70, gilet in tricot e camicie dalle stampe vintage annodate da fiocchi sul collo. Stessa filosofia da Costume National, dove i pullover sono attillati e al collo le fusciacche diventano sciarpine concettuali. Da Missoni le cravatte spariscono dentro alla camicia, che assieme a pantaloni e cardigan completa un look dalle texture diverse e sovrapposte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso