In passerella 24 Febbraio Feb 2014 1533 24 febbraio 2014

A Milano Moda Donna l'inverno è folk

Tanta pelliccia e lana in un collage di colori e trame. Ispirazione nel passato e texture futuristiche.

  • ...

Prada. Collezione autunno/inverno 2014-15.

La settimana della moda milanese è alle battute finali e, prima di spostarci su Parigi, possiamo già fare il punto su quelle che saranno le tendenze per l’autunno/inverno 2014-15, almeno secondo quanto proposto dagli stilisti italiani. I designer nostrani sembrano non rinunciare neanche per quest’anno alla pelliccia in tutte le sue declinazioni, alla lana, possibilmente in panno con giochi di patchwork e collage e alla mescolanza di colori e trame, per dare al prossimo inverno uno spirito folk, che guarda al passato nell’ispirazione, ma che tende al futuro nei materiali e nelle linee.
LA PELLICCIA È GLAM
Sulle passerelle milanesi la pelliccia spopola. La troviamo classica, a pelo lungo come quelle grigie di Roberto Cavalli, o rasate come da Cristiano Burani e Costume National, dove lunghe o corte si declinano nelle nuance più tenue del panna e del tortora, mentre da Versace è il rosso rubino a farla da padrone in pellicciotti glam. La pelliccia però trova altre declinazioni, come i gilet folk-chic di Emilio Pucci o i giacchini con motivi ondulati di Emporio Armani. Da Prada, poi, la pelliccia in mongolia si colora di giallo, rosso e viola per giacconi dalle spalle oversize o per rifinire abitini in seta, come del resto da Fendi, dove dai tubini in voile spuntano ciuffi dei pelo ton sur ton. Ma il vero tocco di stile sono le borse feticcio che riproducono la testa dello stilista Karl Lagerfeld.
GEOMETRIE
Il prossimo inverno sarà anche la stagione delle geometrie, di quadri multicolor che si intersecano, come quelli vivaci degli abitini di Fausto Puglisi o quelli più sobri dei giacconi di Aquilano.Rimondi. Onde e fantasie che ricordano carte da parati retrò le troviamo da Missoni, nei giacconi portati morbidi e nei tubini in maglia; nei caban color senape di Marco De Vincenzo e nelle gonne in nappa di DROMe. Da Ermanno Scervino, una donna sensuale vestita di oro, cipria e rosa satin. E di geometrie: rombi e piccole scaglie da sirena, per esempio. Effetto vintage anche per le giacche di Prada, mentre da Bottega Veneta vince il bianco e nero per effetti optical dal sapore artigianale.

SUGGESTIONI FOLK
Gli stilisti diventano poi romantici e trasformano gli abiti in veri e propri libri di fiabe, trasferendo l’atmosfera fiabesca attraverso stampe e collage di panno con precisione romantica. Alberta Ferretti ricrea boschi con uccelli colorati sui tubini dalle maniche a tre quarti, mentre da Dolce&Gabbana le lunghe mantelle o le bluse rimborsate ripropongono cigni o volpi glam. Antonio Marras, infine, disegna lupi su vestitini e cappotti in croccante taffetà, alternati da pattern di fiori stilizzati. L’atmosfera che respira qua e là è quella bucolica di un inverno misterioso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso