Sorprese 24 Gennaio Gen 2014 1000 24 gennaio 2014

Kale, il cavolo che fa tendenza

Fa bene, costa poco e piace alle star. I consigli di Jamie Oliver per cucinarlo.

  • ...
800px-Ornamental_Kale

Il cavolo riccio è stato usato prevalentemente con scopi ornamentali negli ultimi anni.

C’è una verdura antica, consumata da secoli in tutto il mondo eppure bistrattata negli ultimi decenni, che oggi torna a vivere un momento d’oro sulle nostre tavole. Si tratta del cavolo riccio, o kale, come lo chiamano gli anglosassoni, da noi conosciuto nella tipologia toscana che si usa per la tradizionale ribollita. Il kale è la nuova mania gastronomica degli americani, tanto che nel 2013 negli Stati Uniti le vendite si sono impennate del 40%.

UN VERO «SUPER FOOD»
Forse non bellissimo a vedersi ma certamente gustoso, il kale è un vero super alimento, addirittura considerato tra gli ortaggi più nutrienti al mondo. Ricco di antiossidanti, sali minerali, vitamina C, calcio e ferro, ha proprietà antitumorali e anti infiammatorie, tanto che nella medicina tradizionale veniva utilizzato in impacchi curativi per dolori articolari, distorsioni, lividi. Inoltre è ricco di fibre, non contiene grassi e ha pochissime calorie, cosa che lo rende un alimento perfetto per le diete ipocaloriche o semplicemente per mantenersi in forma.
GWYNETH E LE ALTRE
Il cavolo riccio è oggi la nuova passione di molte star salutiste, prima fra tutte l’attrice Gwyneth Paltrow, che nei suoi libri e nelle interviste non perde occasione per tessere le lodi del miracoloso alimento. Ma anche la modella Heidi Klum e l’attrice Sarah Michelle Gellar non possono più farne a meno, mentre Jennifer Aniston, per interpretare una spogliarellista nel suo ultimo film Come ti spaccio la famiglia, si è data a una dieta a base di proteine e cavolo riccio. La stessa cosa ha fatto Anne Hathaway per entrare nella tutina di pelle di Catwoman per Il cavaliere oscuro.
LE RICETTE DI JAMIE & CO
Diversi celebrity chef si sono quindi tuffati sulla nuova moda, proponendo ricette a base di cavolo riccio e dando suggerimenti interessanti per inserire l’ortaggio nell’alimentazione quotidiana. Un esempio è Jamie Oliver, chef britannico noto per diversi programmi televisivi, che oltre a proporlo in classiche zuppe, lo inserisce in primi piatti, insalate e sfiziosi contorni.
50 SFUMATURE...DEL CAVOLO
Il trend in America è così forte che il medico psichiatra Drew Ramsey ha scritto insieme alla chef Jennifer Iserloh un libro dedicato all’arte di cucinare il cavolo riccio, dall’ammiccante titolo 50 shades of Kale: i due promettono un girovita più sottile e tanto gusto. Secondo Ramsey, infatti, il kale ha proprietà positive anche sull’umore. Non resta che provarlo.
Seguendo, magari, proprio due ricette di Jamie Oliver, raccolte da LetteraDonna.it.

Cavolo riccio al sesamo, secondo la ricetta dello chef inglese Jamie Oliver.

CAVOLO RICCIO ARROSTO AL SESAMO di Jamie Oliver
Preriscaldare il forno a 220C. Sciacquare il cavolo sotto acqua corrente fredda e asciugare le foglie molto bene, meglio in una centrifuga da insalata. Tagliare i gambi delle foglie al centro e poi a pezzi di circa 5 centimetri. Mettere il cavolo su una teglia da forno, irrorare con un po’ di olio di sesamo e di oliva, cospargere con dei semi di sesamo e aggiungere sale e pepe. Cuocere in forno per 20 minuti, girando le foglie a metà cottura, fino a quando queste non saranno croccanti ai bordi.
INSALATA MISTA CON CAVOLO RICCIO
Preparare un’emulsione con un po’ di senape, olio extra vergine di oliva, sale e succo di limone. Prendere del radicchio rosso a foglia lunga, della rucola, qualche foglia di cavolo riccio crudo. Affettare tutto molto sottile, condire con l’emulsione e aggiungere qualche noce sgusciata e scaglie di parmigiano reggiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso