Abiti come farmaci 20 Novembre Nov 2013 1531 20 novembre 2013

Il bugiardino per vestirsi a dovere

Vanessa Foglia inventa le istruzioni per l'uso. Per ripensare i capi. E divertirsi risparmiando.

  • ...
Istruzioni

di Roberta Maresci

Il bugiardino di Vanessa Foglia, creatrice del marchio Abitart.

Federica

La gonna morbida che diventa cappa monospalla, se non ha il laccio in vita, altrimenti è perfetta da annodare al collo per farne una maglia a trapezio. Il robe-manteau che, indossato sul pantalone a pinocchietto e slacciato fino ai fianchi, diventa un miniabito o un cardican. Che dire del coprispalla da usare a mo’ di cinta o come scaldacollo? Ecco alcuni look a cui ispirarsi per rinnovare il guardaroba, senza mettere mani al portafoglio.

ISTRUZIONI PER L'USO
Basta seguire le istruzioni per l’uso della moda dettate da Vanessa Foglia, designer del brand Abitart che ha inventato il bugiardino nei propri capi di abbigliamento. Un foglietto illustrativo, simile proprio a quello dei medicinali, svetta ovunque. Più piccolo e agile di quello farmacologico, riassume consigli quasi didascalici e variegati suggerimenti di stile. Perché il tagliando ha la sua funzione: indica le modalità per vestirsi a dovere. È la novità della collezione Earth della prossima estate, che punta ai colori, ai tessuti mossi da un alito di vento e al rispetto per le nostre origini. Se non volete attendere il caldo per trasformare il vestiario, tenete a mente che già dedicandovi all’inventario dell’armadio potete ricevere degli ottimi spunti. Dopo aver letto il bugiardino della signora Foglia, per esempio, sarà facile fare di un vestito una casacca, usando proprio quella cintura riposta sullo scaffale più alto del guardaroba.

GUARDAROBA NUOVO IN UN GESTO
Le sorprese che riserva il bugiardino sono tante, piacevoli e capaci di farvi scoprire abbinamenti nuovi: anche già indossando una sottana doubleface. Chi pensa si tratti di re-fashion sbaglia. Perché l’invito di Vanessa Foglia è quello di tornare a una moda che scommette sulla personalità di chi sotto il vestito nasconde un mondo di emozioni, colori e storie che si porta dietro. Facendo attenzione a convertire con cura qualsiasi capo. Così, riguadagna lustro pure la baschina: indicata per donne mediamente magre, altrimenti enfatizza i fianchi ancora di più, se trasformata in una sopragonna corta e a ruota, così come in una macro ruche che svolazza attorno alla figura, può adottarla anche una silhouette (decisamente) più morbida. Se poi il glamour va a braccetto con il low cost, la fantasia si scatena e si dormono sonni più tranquilli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso