Osare 28 Ottobre Ott 2013 0830 28 ottobre 2013

Cappotto, il grande classico diventa creativo

Colorato, oversize, con linee morbide o a trapezio. Per l'autunno 2013, tutto è concesso.

  • ...
oversized-coat-trend

Il cappotto dell'autunno 2013 apre alla sperimentazione in termini di forme e colori.

Mantella, tabarro, poncho, piumino, di inverno le soluzioni per ripararsi dal freddo sono tantissime e tutte di stile. Ma c'è un capo d'eccellenza che nonostante le nuove tendenze e le mode stagionali, passeggere o meno, si riconferma star assoluta dell'inverno: il cappotto.

UN GRANDE CLASSICO, SEMPRE ATTUALE
Dalla fine dell' '800, periodo indicativo di nascita, in Inghilterra, il cappotto è passato dall'essere un indumento, in genere di panno o lana, dalla linea dritta utile solo a ripararsi dal freddo a pezzo intramontabile del guardaroba femminile, attraversando indenne le stagioni; sempre protagonista ma mai uguale, pronto ad adattarsi all'ultima tendenza ma senza perdere quall'allure di capo senza tempo. Dai tessuti spessi e scuri si è passati alle fantasie, alle stampe e ai colori vivaci, per ravvivare il grigio invernale; le linee si sono sagomate sempre di più sul corpo femminile contribuendo a disegnarlo, oltre che a ripararlo; oppure sono diventate extra, strutturate, lunghe o minimali. Un capo solo che cambia foggia e aspetto pur rimanendo un classico.

Le forme creative dei cappotti di H&M.

VIA LIBERA ALLA SPERIMENTAZIONE
Per l'autunno-inverno 2013 è concesso tutto: il colore in primis come i modelli di DSquared2 e Blumarine. Taglio classico e in verde smeraldo il primo e lungo rosa antico con cinta a sottolineare il punto vita il secondo; puntano invece sull'arancio acceso le proposte di Maison Rabih Kayrouz, cappotto strutturato con taglio a campana, e di Sophie Hulme, modello dritto con collo tagliato. Quest'anno vince anche la linea a trapezio, più o meno enfatizzata, come i modelli di Greth Pugh, lungo con taglio geometrico e maniche a tre quarti, e quelli di Motivi: modello corto in lana jacquard con leggera svasatura.
Per chi ama le linee classiche e la tradizione ci sono i cappotti di Mango e Fornarina: collo alto e cintura per il primo, ampi reverse che si trasformano in un collo avvolgente per il secondo. Anche la fast fashion di H&M punta sulla semplicità e sul classico con cappotti dalle linee dritte che reinterpretano perfettamente il modello originale.
Ampiezze e volumi per Veronique Branquinho, che presenta dei cappotti dalla linea ad uovo, e per la catena spagnola Zara, il modello è largo e il collo si sviluppa in ampiezza con pieghe strutturate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso