milano p/e 2014 1 Ottobre Ott 2013 1558 01 ottobre 2013

La moda architettonica di Gianfranco Ferré

Gli abiti sono fatti di pieghe e balze che si sovrappongono e di asimmetrie rese ancora più evidenti da prolungamenti di tessuto che escono dalle bluse, portate con shorts o pantaloni a palazzo.

  • ...
00010h_20130923161810

Gianfranco Ferré, collezione primavera/estate 2014.

Milano, 23 settembre. Linee che si intersecano e architetture di tessuto per la primavera/estate 2014 di Gianfranco Ferré. Gonne e abiti sono lunghi e strutturati, tenuti in piedi da maxi cinture dai colori metallici, rimborsate assieme ai tessuti. Gli abiti sono fatti di pieghe e balze che si sovrappongono e di asimmetrie rese ancora più evidenti da prolungamenti di tessuto che escono dalle bluse, portate con shorts o pantaloni a palazzo. Grande spazio anche agli abiti-tuta, che creano un tutt’uno tra camicia e pantaloni a palazzo, mentre i vestiti sono lunghi e con scollature geometriche sul davanti, che lasciano scoperte le spalle in modo alternato. I colori vanno dal panna al beige, passando per il nero e il blu notte, ravvivati però dagli accessori. Cinture, bracciali e scarpe, infatti, sono in oro o argento, dettagli che danno alla collezione un impronta ancora più architettonica, come i sandali con platform geometriche, arricchiti da elementi preziosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso