Milano P/E 2014 26 Settembre Set 2013 0705 26 settembre 2013

La Magna Grecia di Dolce&Gabbana

Templi e ori rivivono sugli abitini in seta. Che cadono morbidi, con le maniche abbondanti.

  • ...
00010h_20130922180421

Dolce&Gabbana. Collezione primavera/estate 2014.

Milano, 22 settembre. Dolce&Gabbana sono fedeli a se stessi e alle loro ispirazioni. Come sempre la Sicilia con la sua storia e la sua natura sono al centro della collezione primavera/estate 2014. La Magna Grecia rivive attraverso i suoi templi e i suoi colonnati sulle stampe di abitini in seta che cadono morbidi con le maniche abbondanti.
Le maniche a campana si ripropongono anche sui tubini e sulle casacche in pizzo, portate con longuette e strette in vita da maxi cinture dorate che ripropongono antiche monete d’oro. Le stesse stampate su bluse e abiti svolazzanti.
A dare un tocco di primavera sono i rami fioriti di pesco, che si rincorrono su abiti dallo sfondo azzurro o verdino, abbinati a gilet di pelliccia arancione, per giochi di contrasto non troppo eccessivi. Talvolta i fiori diventano tridimensionali, uscendo letteralmente dagli abiti.  È la volta poi dell’oro che ravviva abiti vestiti dritti con applicazioni metalliche, e del pizzo nero, che disegna la silhouette lasciando intravedere l’intimo, sempre raffinato.
Non mancano i pois, sia in bianco e nero che su sfondo rosso. Oltre alla pelliccia, l’attenzione per i materiali è datata anche da tessuti plasticati e traslucidi che arricchiscono una collezione ricercata e glamour.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso