PASSIONE FORNELLI 12 Novembre Nov 2012 1315 12 novembre 2012

Ricette, cose da vip

I primi furono Ugo Tognazzi e Aldo Fabrizi. Ora scrivere di cucina va di moda. Anche tra le celebs.

  • ...
6 Cookbook Sofialoren

Sofia Loren fu tra le prime star a pubblicare un libro di ricette: era il 1999.

La cucina sta vivendo un periodo d’oro. Ogni giorno spuntano nuovi libri, siti, blog, riviste e trasmissioni tv dedicati al pane quotidiano, capaci di trasformare in superstar mondiali gli chef e gli aspiranti tali. Potevano le celebrity lasciarsi scappare questa ghiotta occasione di visibilità e guadagno? Ovviamente no. E così gli scaffali delle librerie si riempiono di volumi scritti di loro pugno (aleno così sostengono i vip) con le ricette della tradizione di famiglia. Un modo per regalare alle inarrivabili star da red carpet un’immagine casalinga, che solo la gastronomia può conferire.
DA UGO TOGNAZZI ALLA CLERICI, I "CUOCHI" DI CASA NOSTRA
In Italia, patria del buon mangiare, i primi “non cuochi” a riversare su carta la passione per la cucina sono stati gli attori Ugo Tognazzi e Aldo Fabrizi. Mentre Fabrizi si dilettava a scrivere poesie in dialetto romanesco sulla pasta e altre bontà, l’amico Tognazzi raccolse le sue ricette ne L’Abbuffone e in altri tre libri: «Ho la cucina nel sangue», diceva. Nel 1999 anche Sofia Loren diede il suo contributo al genere con la raccolta Ricordi e ricette, mescolando racconti di vita alle preparazioni della nonna Luisa. In tempi recenti, invece, nel Belpaese passa tutto dalla tivù: così sono volti noti come Benedetta Parodi e Antonella Clerici, che sulla cucina nel piccolo schermo hanno costruito il loro successo, a sbancare sfornando volumi come Cotto e Mangiato e seguenti, Le ricette di casa Clerici e Vino e Cucina, quest’ultimo scritto in collaborazione con Bruno Vespa.
GWYNETH, PER IL PAPÀ (CON CRITICHE)
L’anno scorso Gwyneth Paltrow ha pubblicato il libro My father’s daughter, arrivato in Italia con il titolo Ricette dalla mia cucina. Si tratta di una raccolta di 150 ricette di famiglia che Gwyneth dedica a suo padre e lega ad aneddoti personali e scene di vita familiare. Se tanti fan l’hanno adorato, non sono mancati invece critici e blogger che hanno demolito la sua creatura. La principale critica riguarda il tono un tantino condiscendente con cui la megastar-moglie-mamma si rivolge al suo pubblico, presentando ingredienti ricercati e avvenimenti straordinari come normale amministrazione. Un tentativo, forse, di risultare simpatica nonostante la vita privilegiata che le è toccata in sorte. Qualche mese fa, il New York Times si è spinto oltre, affermando che dietro al libro di Gwyneth ci fosse un ghost writer. L’attrice ha smentito dal suo sito Goop (dove dispensa consigli alimentari, di moda e di viaggi, utili solo per chi non ha problemi di budget) e ha rivendicato il lavoro di ricerca, prove in cucina e scrittura fatto per il libro.
SOPHIE, DA MODELLA A CUOCA
Sophie Dahl è la nipote dello scrittore inglese Roal Dahl, autore di libri per ragazzi indimenticabili come Le Streghe e Charlie e la fabbrica di cioccolato, e dell’attrice premio Oscar Patricia Neal. Forse per questo a Sophie la carriera da top model, già insolita per il suo fisico formoso in una industria di modelle superskinny, andava stretta. L’amore per la scrittura e per il cibo hanno quindi preso il sopravvento e la Dahl, dopo un paio di romanzi, ha deciso di condividere i suoi segreti in cucina nel libro di gran successo Miss Dahl's Voluptuous Delights, presto seguito da un secondo volume, The Delicious Miss Dahl. Nel 2011 la BBC ha voluto portare in video autrice e ricette in un programma televisivo.

Il libro di ricette di Sheryl Crow, scritto a due mani con Chuck White , punta tutto sulla salute.

QUE VIVA MEXICO, DI EVA
L’affascinante Gabrielle di Desperate Housewives, Eva Longoria, ha scritto Eva’s Kitchen, raccolta di memorie narrate attraverso il cibo tex mex, dalle preparazioni di famiglia ai piatti forti dell’attrice. Eva ha definito il progetto del libro come «la sua sfida professionale più grande», perché essendo «una che cucina, non uno chef», ha trovato difficile «indicare le dosi precise degli ingredienti per fare bene una ricetta». L’idea del libro è nata da una tradizione di famiglia per cui, ogni volta che un membro del clan si sposa, ciascuno dona una ricetta per creare un libro da regalare alla sposa, che sarà così pronta a padroneggiare la cucina. La ricetta preferita di Eva? Corn and calabacita, un piatto a base di zucca e mais.
SHERYL È TUTTA SALUTE
La cantante americana Sheryl Crow ha scritto un libro insieme al suo chef personale Chuck White, If it makes you healty (letteralmente Se ti rende sano, gioco di parole che riprende il titolo della sua canzone If it makes you happy). Si tratta di 175 ricette benefiche e leggere, con ingredienti di stagione e ricche di vitamine, che la star mangia regolarmente a casa o quando è in tour. La svolta salutista nell’alimentazione per la Crowe è arrivata nel 2006, quando ha iniziato una battaglia contro un tumore al seno: la corretta alimentazione è stata fondamentale per combattere la malattia. Rispetto ai libri delle colleghe, le ricette di Sheryl, complice lo zampino dello chef White, sono un po’ più elaborate. Ma sono perfette per chi vuole per aggiungere un tocco gourmet alla propria tavola, senza appesantirsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso