mercati 7 Agosto Ago 2012 1522 07 agosto 2012

Prada, volano i ricavi

Boom dell'azienda guidata da Muiccia Prada, che nel 2012 ha segnato un +36,5% di ricavi rispetto al 2011. Ma tutto il lusso nostrano vola in borsa.

  • ...
TO GO WITH HongKong-Italy-luxury-fashion

Prada, collezione ai 2012/2013.

Il fashion system non conosce crisi e il lusso fa volare le borse. A partire da Prada. Le stime del settore parlano chiaro, a cominciare dai dati semestrali del gruppo milanese, ma anche dall'andamento in Borsa delle ultime quotate del lusso, tutte abbondantemente sopra i prezzi di collocamento.
BOOM DI RICAVI: + 36,5%
Ma cominciamo da Prada: nel corso del primo semestre, chiuso il 31 luglio, il gruppo guidato da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli (che ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti con l'attuale congiuntura economica) ha registrato ricavi per 1,547 miliardi di euro, con un incremento del 36,5% rispetto allo stesso periodo del 2011. Il canale retail ha contribuito alle vendite per l'80,6% con 1.229 milioni di euro (+47,2% rispetto al primo semestre del 2011). Ma anche quelle all'ingrosso sono positive: +4,8%. Significativa la crescita dei ricavi nei negozi a gestione diretta, che segnano un incremento del 19%.
CRESCITA MONDIALE
Con dati a cambi correnti le vendite Prada in Italia sono aumentate nei primi sei mesi dell'anno del 21,7%, in Europa del 37,3%, in Asia e Pacifico del 45% (nel solo Giappone del 34,2%), nelle Americhe del 31%. Ovunque, secondo gli analisti, vi è stato un forte contributo da parte dei turisti del lusso, che in viaggio amano acquistare i prodotti del marchio italiano. I dati di Prada non hanno ancora ricevuto il giudizio della Borsa, in quanto diffusi quando a Hong Kong, dove la griffe italiana è quotata, il mercato azionario era già chiuso, ma superano le stime degli analisti, la cui media si attendeva ricavi inferiori, a quota 1,51 miliardi. Ma, in tempi di forti oscillazioni, il titolo resiste e,anzi, migliora: dal collocamento é cresciuto del 35%, da inizio anno del 53%.
EXPLOIT DEL LUSSO DI CASA NOSTRA
Non è certo l'unico dato positivo: Cucinelli, dall'Ipo in Piazza Affari di poco più di tre mesi fa, è salito del 44% al prezzo di 11 euro, Ferragamo dal collocamento segna un aumento dell'85% e da inizio 2012 del 58%, con uno strappo al rialzo del 16% da metà luglio. Sempre citando i debutti in Borsa più recenti, un caso a sé appare quello di Yoox, il gruppo specializzato nella moda on line che sta accompagnando nel mondo del Web molti giganti del settore. L'ultimo in ordine di tempo è Ppr, con una buona accoglienza della novità da parte degli analisti. Meno positivi i report dopo i dati del primo semestre, con ricavi in crescita del 31% a 173 milioni, ma utili in contrazione a 2,2 milioni per i forti investimenti effettuati sulla piattaforma tecnologica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso