REGOLE SOTTO IL SOLE 26 Luglio Lug 2012 1252 26 luglio 2012

Fate il bagno, non l'amore

Vietato confondere i lettini con il lettone. Pena, la figuraccia.

  • ...
tommaso de mottoni

Le effusioni on the beach sono vietate.

Spiaggia e bon ton non sempre sono buoni compagni di viaggio. Non si sa come ma pare esista una sorta di regola matematiche secondo cui con il caldo, la gente sembra tentata a salire sulla macchina del tempo per un ritorno all’età della pietra.
Il fatto di poter girare poco vestiti non significa, per esempio, che ci si possa comportare come nella propria intimità. Non solo. Il  fatto che in spiaggia ci siano dei lettini non autorizza a usarli come talamo nuziale.
Eppure, chissà come mai, l’estate per molti è sinonimo di vita sbracata. ERgo, urge rapidissimo ripasso di buone maniere.
Iniziamo con il cambio degli abiti: se non si ha la fortuna di avere una cabina, sarebbe opportuno arrivare già in spiaggia con abiti leggeri e pratici da riporre in una borsa, con il costume da bagno già pronto sotto, in modo da non doversi cimentare in maratone tra parei e asciugamani.
In ogni caso, se la spiaggia è attrezzata, una toilette la si trova sempre. E una volta sotto l'ombrellone, ricordiamo che non siamo né in alcova né al mercatino: evitiamo di trasformarlo in un nido d’amore o in gazebo da vucumprà.
Se il topless va bene per prendere il sole, non va altrettanto bene per nuotare, né per passeggiare. Tacchi, gioielli e trucco sono rigorosamente banditi. La doccia vicino alla bagnasciuga o all’ombrellone del bagnino non serve per lavarsi, ma per togliersi la sabbia o il sale con acqua dolce e la crema solare non è un unguento per massaggio erotico: operazioni di manutenzione e riparo da raggi solari andrebbero fatte in modo sbrigativo e tecnico, non sensuale e ammiccante. Buone vacanze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso