primavera/estate 2013 22 Giugno Giu 2012 1551 22 giugno 2012

A Milano sfila l'uomo

Al via la settimana della moda nel capoluogo lombardo. L'export e il lusso hanno un segno positivo.

  • ...
XMTtjbm1pX2Ntc25ld3NpdGVtO2ltYWdlO2lkOzgzNA==__W490H263R4BTRANSP___fd9e742e

Una sfilata uomo di Gucci.

I riflettori sono puntati su Milano. Dal 23 al 26 giungo, infatti, oltre novemila operatori del settore moda popoleranno la città per conoscere le collezioni uomo di brand e stilisti per la primavera-estate 2013. Per scoprire quali saranno i trend, i colori, le linee e i capi pensati per gli uomini di domani, bisognerà attendere di vedere le 76 collezioni che verranno presentate nel lungo week end dedicato alla Fashion Week maschile. Per la precisione si terranno 42 sfilate, e un’altra quarantina di presentazioni nelle boutique delle griffe più note. Ad aprire le danze sarà il défilé di Corneliani, mentre a chiudere ci penseranno gli abiti, sicuramente colorati, di Enrico Coveri. Tra le novità c’è il ritorno delle sfilate di Umit Benan, Daks, Fendi e Les Hommes, che da qualche anno non erano più presenti in calendario con le linee uomo, mentre le new entry di quest’edizione sono Andrea Incontri, Energie, Peuterey Aguille Noire e Two Italian Boys. La difficile congiuntura economica dunque non scoraggia i brand del lusso, forti anche dei dati registrati nel 2011, che vedono un incremento nella moda uomo del 4,2%, supportato soprattutto dalle esportazioni, che crescono circa dell’11% (dati Smi), mentre nel mercato interno si assiste a un arretramento. Per fortuna (verrebbe da dire) l'Asia "tira", visto che l’export verso l’Oriente è cresciuto del 43%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso