MODA LOW COST 14 Giugno Giu 2012 1243 14 giugno 2012

Zara scaccia crisi: + 30%

Il colosso spagnolo della moda low cost sembra non risentire del crac dell'economia iberica e vola con 432 milioni di euro di utli nel primo trimetre del 2012.

  • ...
zara

Pablo Isa è forse l'unico spagnolo ottimista. E ha ragione. Il presidente e amministratore delegato del gruppo Inditex, proprietario del marchio Zara, ha presentato il 13 giugno i risultati del primo trimestre, con un utile netto record pari a 432 milioni di euro da marzo a maggio. Per il gruppo fondato da Amancio Ortega, l'uomo più ricco di Spagna, l'incremento rispetto al 2011 è del 30%. Un risultato totalmente impermeabile alla crisi che affligge l'economia spagnola e superiore anche alle previsioni degli analisti. Tanto che il patron di Inditex, in giorni difficilissimi per le finanze spagnole, ha potuto affermare: «Ho piena fiducia nel futuro dell'economia spagnola e credo fermamente che le riforme che si stanno adottando avranno effetti visibili nei prossimi trimestri».
BOOM DI BOUTIQUE: 91 IN TRE MESI
Inditex ha fatturato 3,416 miliardi di euro, il 15% in più rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Anche grazie allo "stretto" controllo delle spese operative, stando a quanto riferisce l'azienda della moda low cost. Che in appena tre mesi ha aperto ben 91 nuovi punti vendita su 26 mercati differenti, toccando quota 5.618 boutique aperte nel mondo, al 30 aprile scorso.
A SETTEMBRE LO SBARCO IN CINA
Il marchio è presente in 85 paesi, dopo aver aperto negozi in Georgia e Bosnia, ad aprile, e in Equador a maggio. Mentre è previsto per settembre lo sbarco in Cina, dopo il consolidamento in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. E già da dall'inizio dell'anno il gruppo di Zara ha confermato la leadership mondiale come primo gruppo di distribuzione di moda, avanti allo svedese H&M. Pablo Isla sostiene che le chiavi del successo siano sempre le stesse: «Alta qualità, buon design e migliori prezzi per i clienti», ma per la crescita sono state decisive le vendite online.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso