ABBINAMENTI GLAM 12 Giugno Giu 2012 1202 12 giugno 2012

Quando gli opposti si attraggono

Bianco e nero. La prima a mettere insieme questi colori fu la straodinaria Coco. Per Mademoiselle si trattava di «un accordo perfetto». E non sbagliava, l'effetto è très chic.

  • ...
Rihanna E Paris Hilton

Bianco o nero? Perché scegliere o l'uno o l'altro quando la moda ci consente di abbinare questi due colori?
Il trend della primavera - estate 2012, infatti, li vuole fortemente insieme. Con qualche variazione sul tema, ovvero accostati al grigio e al rosa, purché cipria.
COCO ATTRATTA DAGLI OPPOSTI

Le famose cap toe della maison Chanel.

In principio, neanche a dirlo, fu Mademoiselle Coco a giocare con questi opposti.
Le fashion addicted ricorderanno senza dubbio la sua prima creazione, ovvero un elegantissimo abito in velluto nero ornato da un colletto bianco. Coco in persona allora disse: «Questi due colori sono d'una bellezza assoluta. Sono l'accordo perfetto». Poi fu la volta della décolleté bicolore, altro pezzo cult della maison francese (ancora ricercatissima).
LE STAR VANNO IN BIANCO (E NERO)

A distanza di anni, questa «questo accordo perfetto» rivive sulle passerelle e, come spesso accade, le prime a cogliere il trend al volo, sono le star: dall'attrice Jessica Biel alla trendsetter planetaria Poppy Delevigne, passando per Rihanna e Paris Hilton, è tutto uno sfoggio di opposti, che si tratti di un red carpet o di un'uscita qualunque.
BICOLOR IN TESTA

C'è poi chi come Lady Gaga, il mix bianco e nero lo riserva alla chioma, esibendo un raccolto di grande effetto.
DA RE GIORGIO A ZARA
LetteraDonna.it vi propone un'ampia gallery di abiti e accessori  per non essere da meno.
Potrete così sognare con gli abiti di Giorgio Armani, con le creazioni bon ton chic Giambattista Valli e Preen, o sfruttare le proposte più economiche di Zara, Motivi, Mango e Accesorize. Osare con un total look bicolor, o concedervi soltanto il vezzo di un accessorio, come una borsa o un sandalo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso