VADE RETRO TACCO 8 Maggio Mag 2012 1148 08 maggio 2012

Meglio stare con i piedi per terra

Amate dalle dive del passato, come Audrey Hepburn, oggi ai piedi di first lady, una su tutte Michelle Obama, le ballerine godono di immortalità. Ecco i modelli da prendere al volo.

  • ...
Pretty Ballerinas Rosario Buttons Multicolor

Sarà che correre per portare i figli a scuola, catapultarsi in ufficio, volare a fare la spesa, è impossibile se si è issate su un tacco 12. Sarà che certi canoni di eleganza sono eterni, vedi il caso delle ballerine: le mode rivoluzionano i guardaroba ma loro sono sempre lì, sicure della loro allure.

La semplicità e la comodità, i mille colori e le fantasie le rendono irresistibili.

LE PREFERITE DALLE DIVE, DI IERI E DI OGGI


La mitica Brigitte Bardot con un paio di ballerine ai piedi.


Grandi icone di stile le hanno amate ed è anche grazie a loro se le flat shoes spopolano, regalandoci la speranza di assomigliare (almeno dalla caviglia in giù) a Audrey Hepburn (che portava quelle di Gattinoni sotto i capri pants), a Brigitte Bardot (che ne rese immortale un paio rosso fuoco) e a Jackie Kennedy (che ne ordinava un paio al mese).

Tra i nomi cult, Repetto, laboratorio nato nel 1947 in Rue de la Paix a Parigi, quando Madame Rose creò scarpette da ballo più resistenti e flessibili per il figlio Roland Petit, ballerino e coreografo. Nel 1956 Brigitte Bardot ne ordinò un modello carminio: fu così che nacquero le Cendrillon, indossate dall’attrice nel film Et Dieu créa la femme di Roger Vadim.

Dal palco alla strada, il passo è stato breve per Bloch, fondato nel 1932 a Sidney e salito alla ribalta con la pellicola The Black Swan.

Sue le scarpine di Natalie Portman, ma anche quelle di Katie Holmes, Gwyneth Paltrow e perfino di Vivienne Marcheline, ultima nata in casa Jolie - Pitt.

ANCHE PER UN MATROMONIO


Kate Moss con le sue damigelle il giorno delle nozze. Queste ultime indossavano ballerine di Pretty Ballerinas.


Il nuovo trend vuole le ballerine anche ai piedi di spose e damigelle, proprio come ha fatto Kate Moss: per le sue nozze ha fatto indossare alle piccole che le reggevano il velo, creazioni del minorchino Pretty Ballerinas, che con le sue Rosario ha fatto strage di cuori tra celebrità di ogni età (a Milano si trovano in via della Spiga 52).

A MILANO IL TEMPIO INCOSTRASTATO

Ma, all’ombra della Madonnina, chi dice ballerine dice Porselli, negozietto di fianco alla Scala, dal 1919 punto di riferimento dei grandi della danza. Qui si trovano anche scarpine da passeggio e da cerimonia (queste ultime di raso, simili a quelle delle étoiles) realizzate a mano su ordinazione e consegnate in un sacchettino rosa.

Azzardiamo: e se l’altezza del tacco fosse inversamente proporzionale alla personalità di chi lo indossa? In fondo, è impossibile dimenticare la mossa felina di Michelle Obama che, a Roma, si tolse di soppiatto i tacchi per infilarsi un paio di ballerine e avanzare sui sampietrini con una nonchalance che la disse lunga…


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso