CHICCHERIE CONTROVENTO 3 Aprile Apr 2012 1315 03 aprile 2012

Faccio un nodo all'eleganza

In testa, al collo, sulle spalle e ai piedi. Il foulard è protagonista della primavera - estate.

  • ...
audrey-hepburn-1

Jakie Kennedy con il suo foulard.

Audrey Hepburn lo indossava sul capo lasciando intravedere soltanto la frangetta bon ton, Jackie Kennedy lo usava (anticipando i tempi) a mo' di bandana, Sophia Loren lo annodava al collo.
Il foulard è uno di quegli accessori che ha fatto la storia del costume. Quadrato, come insegna Hermès, con stampe vintage secondo Roberta di Camerino o molto colorato, come vuole la tradizione di Salvatore Ferragamo.
Questa primavera - estate 2012 lo vede tra i protagonisti assoluti del guardaroba femminile, ma non soltanto come dettaglio da legare al collo per ripararsi dal vento.
Il foulard, a gran sorpresa, anima abiti, borse e perfino scarpe. E pareti. Già, avete capito bene. Alcuni modelli non hanno nulla da invidiare ai dipinti ed è ormai abitudine diffusa incorniciarli per dare una ventata glamour alla casa.
I GRANDI CLASSICI

Un carré di Hermès.

Dici carré e subito pensi a Hermès. La maison francese ripropone questa pezzo cult (nei classici formati 90 x 90 e 70 x 70 centimetri) ogni anno con stampe e colori sempre diversi. La collezione per questa stagione calda gioca con cerchi e spirali. Ma si ispira anche ai simboli più classci, come i cavalli.
Anche Christian Dior in fatto di foulard la sa lunga. Per i suoi «fazzoletti» sceglie l’arancione e il giallo. Quanto alle stampe, predilige le architetture orientali, le cartine geografiche e, per alcuni modelli, il meglio degli abiti iconici che hanno fatto la storia del marchio.
Sono francesi anche i foulard firmati Locroix, dalle fantasie astratte, in un susseguirsi di forme geometriche, onde e cuori colorati.
Per chi, invece, preferisce la sobrietà, la garanzia si chiama  Burberry. Ci sono gli intramontabili con il classico motivo che contraddistingue da sempre la Casa inglese, in beige o in grigio, ma anche pezzi nuovi declinati nelle nuance del verde, dell'arancio, del blu e del viola nella versione oversize, quasi fossero delle stole da appoggiare sulle spalle con nonchalance.
OMAGGI FLOREALI
Ci sono foulard che sembrano bouquet, come il mini carré con fiori di D&G, bordato da quadratini rossi. Per la prima linea, invece, Dolce & Gabbana, sceglie fazzoletti con roselline selvatiche rosse e rosa.
Calle viola e rosse sono i motivi dei modelli in twill di seta di Aquascutum, dall’allure elegante e classico.
Fiori anche per Blumarine, che rimane fedele al suo stile romantico, proponendo dei delicati narcisi bianchi, su sfondo rosa antico.
E infine, Jane Carr che riempie il suo foulard di fiori color pastello.
A SPASSO NELLA FORESTA

Foulard della maison Salvatore Ferragamo.

Anche gli animali, come come i fiori, la fanno da padrone. Lo sa bene Salvatore Ferragamo che, in mezzo a una rigogliosa foresta di felci, ha disegnato tre tigri. Disponibile nella versione blu o rosa shocking, con le foglie verdi in contrasto, questo foulard sembra un dipinto da incorniciare.
Ideali per impreziosire un'anonima parete bianca anche i fazzoletti di Mantero VIII: rappresentano tutte le razze di cani, dal collie al bassotto, mentre Aquascutum stampa sulla seta un’infinità di farfalle colorate di tutte le misure.
Coloratissimi, per chi ama gli insetti, gli scarafaggi di Orion London.
QUANDO LA STAMPA È AUDACE
I foulard possono anche spezzare la monotonia di un look. Lo fa con ironia Delicious Freaks, che incornicia un bulldog in frac in un foulard dai toni bianchi e neri su uno sfondo di ossa. Ossa anche per Dsquared, che sceglie però un mood decisamente più dark, con scheletri, piume e uccelli stilizzati, per una donna dal look deciso, con giubbino in pelle e tacco in vernice.
I teschi sono i protagonisti dei fazzoletti di Alexander McQueen. E di Htc, ma questa volta d’ispirazione Maya.
Sulla linea gotico-chic c’è anche John Galliano che stampa il suo nome a caratteri cubitali tra teschi e nature morte.
NON SOLO FOULARD

Zeppe di D&G, collezione primavera estate 2012.

Il foulard sta bene ovunque, annodato in vita la posto della cintura o attorno al polso come bracciale, per non parlare delle scarpe.
D&G avvolge le sue zeppe con foulard dalle stampe barocche a tinte forti: verde, viola e giallo oro, da portare con shorts o vestitini  in pendant. Zeppe vertiginose anche per Senso, che unisce il foulard a fiori color albicocca alla raffia.
Per chi non ama i tacchi da vertigine, invece, Giuseppe Zanotti propone un sandalo basso dove le fasce che avvolgono il piede sono in seta a fiori gialli. Non possono mancare poi le sneakers, meglio se realizzate con foulard vintage, che danno un tocco glamour anche a un look casual.
Soisire Soiebleu ne propone di ogni colore e fantasia, con i lacci in nastro di raso, che completano l’opera. Non mancano gli accessori come l’orologio di Moschino, con cinturino in foulard stampato. Stampe foulard anche per la pochette di Etro, con i classici motivi cachemire in bianco e nero. Modello a busto da portare di giorno con un look casual o la sera per sdrammatizzare un tubino nero.
Per il momento dello shopping invece ci pensa Marni, con la sua shopping bag stampata con i classici motivi grafici amati da Consuelo Castiglioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso