OLTRE L'ACCESSORIO 30 Novembre Nov 2011 1628 30 novembre 2011

Articolo per soli uomini (di polso)

Classici o sportivi. Oversize o discreti. In acciaio o coloratissimi. Ecco come fare di necessità virtù, perché gli orologi non servono soltanto a dirci che ora è, anzi.

  • ...
orologi

Da pura necessità, il segnatempo è diventato negli anni un accessorio di stile, capace di completare, e perché no, nobilitare, un look. È un vero e proprio status symbol che, spesso, rispecchia la personalità di chi lo indossa. Pertanto i modelli si rinnovano continuamente, nelle forme, nei materiali, nei colori, proprio come accade per qualunque altro oggetto di moda. E le fasce di prezzo accontentano un po' tutte le tasche.
IL TEMPO È ANCHE DENARO 
Secondo Assorologi (Associazione italiana produttori e distributori di orologeria) nel 2010 sono stati 7,5 milioni gli orologi da polso venduti nel nostro paese, per un valore di 1,23 miliardi di euro. Rispetto all’anno precedente si è registrato un incremento del 3,4% nel numero di pezzi.
Per quanto riguarda, inceve, i modelli venduti, in cima alla lista dei più richiesti ci sono gli analogici, seguiti da quelli con movimento al quarzo, poi quelli con cassa in acciaio e cinturino in metallo.
Il 44% degli acquisti avviene ancora nei canali tradizionali, il 20% nei grandi magazzini visto il proliferare di gioiellerie all'interno. La vendita online sfiora appena il 2%. Il presidente di Assorologi, Mario Peserico, che racchiude il pensiero di tutte le aziende di orologi associate, si è detto «moderatamente ottimista sulla possibilità di ripresa del mercato». «Il segno positivo registrato già nel 2010 relativamente ai volumi venduti è un chiaro segnale di interesse del consumatore italiano verso l’orologeria», ha dichiarato.
In attesa di vedere come andranno le vendite nell’anno in corso ModaInforma.it ha curiosato tra le tendenze da uomo del momento, tenendo conto che il Natale alle porte può essere una splendida occasione per impreziosire quslche polso.
PIACERI D’ANTAN

Rolex Prince in oro bianco.


Partiamo dai grandi classici, quelli con il cinturino in pelle, immancabili in un uomo di classe. Rolex propone Prince in oro bianco e zaffiro, con il quadrante rettangolare nero e argento. Il cinturino è in pelle nera, con fermaglio a farfalla in oro. Delicato e prezioso. Molto raffinato anche il Calatrava in oro bianco di Patek Philippe, a carica manuale, con il quadrante tondo over size, con i numeri romani, che suggeriscono un’allure d’altri tempi.
Non si può non citare il Tourbillon di Girard Perregaux, sempre con il cinturino in pelle nera, sempre con la cassa in oro bianco. A fare la differenza però è il quadrante: un vero e proprio scrigno prezioso, con tre ponti in oro che sormontano gli ingranaggi, soltanto per veri cultori dei segnatempo. Bulgari sceglie il cinturino in pelle marrone per il Daniel Roth, dal quadrante leggermente ovale, dove gli ingranaggi giocano su due livelli in contrasto. Le lancette blu avio poi danno un tocco di sportività a un orologio dai toni decisamente classici.
ANDARE A CENTO ALL’ORA
Per le occasioni più sportive ci vuole il giusto cronografo. Chopard punta sulle corse d’auto con il suo Mille Miglia GT XL Chrono 2011, dove il cinturino in gomma ricorda le ruote di una monoposto. Il quadrante in acciaio con fondo nero del cronografo, ricorda invece un contachilometri. Sicuramente adatto a un uomo che ama il rischio. Sempre ispirato alla corsa, ma questa volta delle moto, è il Supercrono di Citizen, con cassa e bracciale in titanio. Il quadrante sembra quello di una superbike e l’incrocio tra il cronografo e il digitale dona il giusto slancio di sportività. Degno di menzione, anche se in questo caso le velocità sono differenti, è il Chrono Bike di Festina, ispirato al mondo del ciclismo: ha movimento al quarzo, cinturino e cassa in acciaio inossidabile, quadrante colorato, ed è disponibile in giallo, arancio, blu e verde acido. Imperdibile dello stesso modello il Black Limited Edition, con cinturino in gomma e quadrante interamente nero.
FORTI COME L’ACCIAIO
Il cinturino in pelle dona sicuramente gran classe, ma quello in acciaio rende l’uomo più sicuro e determinato. Audemars Piguet ha colpito nel segno con il suo Royal Oak Chronograph, un orologio dal quadrante ottagonale in acciaio leggermente satinato, dove anche le micro viti hanno forma ottagonale e sottolineano l’amore per i dettagli degli orologiai svizzeri. Bracciale in acciaio pregiato e quadrante nero per lo Sport XXL firmato Montblanc: il movimento è automatico e il vetro in zaffiro piatto. Il quadrante leggermente squadrato, molto Anni '60, con sfondo blu austero, rende il New Nautilus di Patek Philippe portabile in tutte le occasioni.
Possente nella forma e nella struttura, il Gran Carrera di TagHeuer, si rifà appunto alla carrozzeria della famosa linea automobilistica. Raffinato e preciso, con il rotating system che lo caratterizza fortemente, ha il quadrante nero e il bracciale in acciaio, satinato o lucido.

La collezione Touch di Swatch

ORE DIGITALI
Tra i digitali spicca il mitico  Casio, che propone A158WEA-1EF, interamente in acciaio con display nero o oro, che si illumina facilmente premendo un pulsante. Nuovissimo, è dotato di cronometro, calendario e allarme, quindi molto funzionale.
Anche Sector si sta specializzando negli orologi digitali, unendo però anche qualche funzione per gli sportivi. Cardio, infatti, dal cinturino in gomma e il quadrante bombato lucido, è un orologio digitale con cardiofrequenzimetro, ideale compagno di corsa.
Swatch ama alternare nelle sue collezioni, lancette e display, ma questa volta ha osato, proponendo un orologio digitale touch screen, dov’è possibile spostare le funzioni del quadrante con il tocco di un dito. La forma bombata e i colori vivaci ne hanno già fatto un pezzo cool, da sfoggiare in ogni occasione.
COLORI A TUTTE LE ORE
Per chi non sa rinunciare a un tocco di colore neanche al polso, può optare per la collezione Iconograph di Lorenz, dove il cinturino in gomma nero, fa risaltare sicuramente il quadrante rotondo giallo limone. Sono disponibili altri modelli con colori in contrasto, come il blu con l’azzurro e il marrone con il verde acido. E ancora Swatch. la masion svizzera in fatto di colori la fa sicuramente da padrone, e con Gent ha fatto decisamente centro, proponendo un orologio in gomma unisex, dove i colori, che vanno dal pavone al bordeaux, passando dal grigio con lancette arancio, sono facilmente abbinabili e adattabili praticamente a qualsiasi look.
Infine, per l’uomo che non si prende troppo sul serio, ci pensa Hip Hop, con la sua intera collezione di orologi in gomma, dal cinturino in rilievo e il quadrante rotondo, che riporta in voga gli Anni '80. Anche qui il colore è la parola d’ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso