SOTTO IL VESTITO TUTTO 11 Novembre Nov 2011 1103 11 novembre 2011

Nel mio intimo amo provocare

Il ritorno della culotte e i microreggiseni. Il rosso e il nero. Le pietre preziose e i laccetti sado-chic. La lingerie non conosce crisi e va alla conquista del mondo (maschile).

  • ...
Adriana Lima

Dettaglio di Adriana Lima per Victoria's Secret.

Da quando negli Anni '80 l'intimo si è trasformato in un capo da esibire, scegliere cosa mettere «sotto» è diventato un fatto naturale per ogni donna attenta alla moda (e alla sua dolce metà).
MUTANDE ANTI CRISI
Oltretutto, nonostante la crisi generale, il settore della lingerie nel 2010 ha registrato un calo dei consumi interni di un solo punto percentuale e una riduzione della spesa dell'1,4% rispetto al 2009 per un valore di 4.067 milioni di euro (fonte: Fashion Consumer Panel, Sita Ricerca). Bene l'export: secondo i dati SMI (Sistema Moda Italia), nel 2010 le esportazioni sono cresciute del 18,3% a livello di quantità e dell’8,8% in valore, per un totale di 1.023 milioni di euro.
INNO ALLA FEMMINILITÀ
Numeri che fanno ben sperare e sorridere i produttori. Li spingono a realizzare «capi» sempre più ricercati, seducenti e intrigranti. Basta dare una rapida occhiata alle collezioni dell'autunno-inverno 2011-2012. Parola d'ordine: provocare. Con eleganza, s'intende, senza mai cadere nel trash. Spazio allora alla femminiità estrema tra pizzi e trasparenze da capogiro.
Declinata soprattutto nelle nuance del nero o del rosso, la lingerie della stagione, tuttavia, non dimentica anche quella vena romantica e divertente (comunque sempre maliziosa), e lascia spazio anche a nuovi colori, come il blu, il giallo, il verde e il rosa.
RITORNO AL PASSATO
La novità assoluta? Il grande ritorno della culotte: dopo anni di succinti tanga e iprobabili perizoma, torna a stregare le fashion victim con la passione per lo stile rétro. Marni la propone a vita alta, in satin nei colori champagne, verde smeraldo, e blu scuro. È in seta blu anche quella di La Perla, abbinata a un reggiseno davvero particolare: soltanto due fiocchi a coprire il seno. Parah la realizza in tessuto stretch, di pizzo e cotone e dal passato ripesca anche la silhouette Anni '50 delle pin-up con pezzi vintage.
MALIZIE SADO-CHIC
Non manca certamente un côté più moderno che diventa qualche volta boudoir, la quintessenza della provocazione. Un esempio? Il completo di La Perla con reggiseno a balconcino, perizoma e stringivita con reggicalze.
ANGELI CADUTI SULLE PASSERELLE 

Miranda Kerr, modella di Victoria's Secret.

All'appello della seduzione non può mancare Victoria's Secret, il marchio americano tra i più famosi e sexy al mondo. Che ha appena sfilato a New York, e il mondo, tutto, è rimasto a bocca aperta davanti a cotanta meraviglia. Meraviglia dei completini, certo, ma soprattutto di Candice Swanepoel, Adriana Lima, Alessandra Ambrosio e Miranda Kerr, i famosi Angeli del marchio.
Lady Kerr, strepitosa fiamma dell'attore Orlando Bloom (compiaciuto, si è sperticato in applausi per tutto il tempo) ha indossato il reggiseno icona del brand, il Fantasy Treasure Bra, realizzato con 3.400 pietre preziose. Per averlo bastano 2,5 milioni di dollari. E come non citare il marchio culto londinese Agent Provocateur con il suo inconfondibile stile fetish-chic. L'intigrante risposta italiana arriva dalla collezione Seduzioni Diamonds di Valeria Marini. Un tantino più casta la linea, ma così, giusto per dire...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso