16 Maggio Mag 2018 1100 16 maggio 2018

#StopAborto, CitizenGo ci riprova e si attacca ai diritti civili

«I bambini abortiti non li hanno mai avuti». I cartelloni affissi a Roma sono stati censurati. Ma il gruppo integralista non si arrende e lancia una nuova campagna.

  • ...
Citizen Go Diritti Civili Stop Aborto

«Alla fine è giunta la censura, Roma Capitale ha notificato ieri sera la diffida alla società concessionaria per la rimozione della campagna #stopaborto di CitizenGo». A farlo sapere in una nota è la stessa CitizenGo - il cartellone che aveva indignato mezza Italia diceva che l'aborto è la prima causa di femminicidio del mondo - che però non molla e ha annunciato la sua nuova campagna, «con nuovi manifesti ed immagini sui social, sempre sotto l'hashtag #stopaborto, questa volta in occasione del 17 maggio, giornata internazionale contro l'omofobia». Manifesti su cui, spiegano, campeggia una coppia che attende l'arrivo di un bambino e lo slogan I diritti civili nascono nel grembo materno. «Per ricordare», dicono, «coloro che i diritti civili non li hanno mai avuti: i bambini abortiti».

MA QUALE LIBERTÀ DI ESPRESSIONE?

Secondo quanto riferisce il gruppo integralista, Roma Capitale si è appellata «al comma 2 dell'articolo 12 del Regolamento della Pubblicità, che cita 'è vietata l'esposizione pubblicitaria il cui contenuto sia lesivo del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili...' un articolo che, per come è posto, - prosegue CitizenGo - mette in mano all'amministrazione comunale uno strumento di censura a tutti gli effetti, lasciando ampi spazi di interpretazione». Secondo Filippo Savarese «la censura politica del Comune di Roma è un attacco senza precedenti alla libertà di espressione di chi difende la vita dal concepimento alla morte naturale. Di fatto, si dice che oggi non è lecito fare campagne contro l'aborto a Roma a pena di sanzioni amministrative. È una violazione delle libertà costituzionali inaudita, che dimostra l'esistenza di un regime di pensiero sui temi bioetici che non tollera diversità di vedute». CitizenGo invita tutti i cittadini «indignati per questo scandalo ad essere presenti alla Marcia per la vita sabato 19 maggio a Roma».

++CENSURATI MANIFESTI #STOPABORTO, MA NON CI FERMERANNO, IN ARRIVO NUOVA CAMPAGNA.++ In occasione della Giornata contro...

Geplaatst door CitizenGO Italia op woensdag 16 mei 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso