30 Aprile Apr 2018 1329 30 aprile 2018

Le lottatrici di wrestling imbarazzano il principe Salman

L'Arabia Saudita apre un evento del vivo della WWE a un pubblico femminile. Ma a un certo punto è partito uno spot con atlete vestite in maniera succinta.

  • ...
Wrestling Donne Arabia Saudita

Finisce con un sonoro ko tecnico il primo tentativo di permettere alle donne saudite di assistere dal vivo a uno show di wrestling. Succede appunto in Arabia Saudita, dove, sulla scia delle recenti aperture per quanto riguardava la guida femminile e la loro presenza alle partite di calcio, il principe Salman aveva aperto le porte del palazzetto dedicato a re Abdullah anche al pubblico femminile. Ma a un certo punto, in uno spot trasmesso durante la diretta televisiva dell'evento e sui maxischermi dello stadio, ecco che hanno fatto la loro comparsa non solo i lottatori uomini, ma anche le lottatrici, vestite solo dei loro succinti abiti di scena.

«DONNE INDECENTI»

Tanto è bastato per fomentare il pubblico maschile, che ha alquanto gradito l'imprevisto, e far mettere le mani nei capelli alle autorità, che il giorno dopo hanno prontamente chiesto scusa per un fuori-programma con protagoniste quelle, a detta loro, «donne indecenti». Nonostante l'Arabia Saudita abbia aperto anche ai cinema per un pubblico misto, insomma, sembra che sia ancora troppo presto per tollerare le immagini di donne discinte.

SCONTRO CONSERVATORI-MODERATI

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, la pronta reazione delle Autorità sarebbero indice di uno scontro interno tra forze conservatrici e forze moderate, e che il principe Salman ha un margine di intervento molto sottile e precario. Per questo, nelle sue aperture, comunque ancora a distanze siderali da una vera e propria realizzazione della parità di genere, deve essere molto cauto e non potrebbe permettersi scivoloni come quelli del wrestling.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso