Me Too Times Up

#MeToo

30 Aprile Apr 2018 1254 30 aprile 2018

La principessa Victoria di Svezia sarebbe stata molestata da Jean-Claude Arnault

Dopo le 'dimissioni' di Sara Stridsberg dall'Accademia che assegna il premio Nobel per la Letteratura, si torna a parlare dello scandalo del fotografo denunciato da #MeToo.

  • ...
Principessa Victoria Svezia Jean Claude Arnault Molestie Sessuali

Lo scandalo molestie sessuali in Svezia non ha colpito soltanto Jean-Claude Arnault e l'Accademia che ogni anno assegna i premi Nobel per la Letteratura. Tra le vittime del fotografo, ci sarebbe anche la principessa Victoria, che si aggiunge alle altre 18 ragazze che hanno accusato Arnault. La famiglia reale commentato la notizia con un freddo «no comment» che fa pensare più a una non smentita piuttosto che a una non conferma. Va detto anche che, per il momento, non sono state avviate indagini di alcun tipo, nè tantomento procedimenti legali legati direttamente al caso della principessa ereditaria. Secondo quanto scrive Repubblica, però, «la Corte ha chiesto a tutte le autorità il massimo controllo sull'Accademia». Ma cosa c'entra l'Accademia dei Nobel per la Letteratura in tutta questa storia?

L'ACCADEMIA SVEDESE, LE MOLESTIE SESSUALI E LE 'DIMISSIONI'

Partiamo da aprile 2018: ben cinque membri dell'ente si sono 'dimessi' (anche se, in realtà, non possono formalmente) proprio a causa dello scandalo molestie sessuali di Jean-Claude Arnault, denunciato a novembre del 2017 grazie a #MeToo e ripreso da molti giornali svedesi. In pratica, ben 18 donne avevano denunciato di aver subito abusi e violenze dal fotografo franco-svedese, personaggio molto conosciuto del Paese e marito della poetessa Katarina Frostenson, che dal 1992 è un membro dell’Accademia svedese. A quel punto, l'ente face partire un'indagine sui rapporti interni con Arnault e venne fuori che, dal 2010 l'organizzazione, finanziava Forum, un centro culturale del fotografo, con 126 mila corone all'anno, pari a circa 13 mila euro. La decisione fu quella di tagliare economicamente e interrompere il rapporto. Al termine dell'investigazione, venne stabilito che, attraverso il finanziamento di Forum, l’Accademia ha violato le proprie regole perché stava favorendo uno dei suoi membri: Katarina Frostenson. Il consiglio degli avvocati fu quello di sporgere denuncia contro il centro culturale ma l'organizzazione non lo fece e, quindi, alcuni membri si sono 'dimessi'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso