Me Too Times Up

#MeToo

26 Aprile Apr 2018 1222 26 aprile 2018

Mia Farrow avrebbe preferito il silenzio della figlia sulle presunte molestie sessuali subite da Woody Allen

Durante il gala di Time 100, l'attrice ha chiarito la sua posizione sugli abusi del patrigno nei confronti di Dylan.

  • ...
Mia Farrow Woody Allen Molestie Sessuali Figlia

Il movimento #MeToo e la famiglia Allen-Farrow sono legati in un rapporto piuttosto complicato. Il figlio, Ronan Farrow, è il giornalista del New Yorker che ha raccolto le storie di molte donne che hanno denunciato molestie e violenze sessuali nello show business. Grazie alle sue interviste (e all'inchiesta del New York Times) non solo è stato scoperto lo scandalo Harvey Weinstein ma è anche nato #MeToo. La sorellastra di Ronan, Dylan Farrow, invece, è stata una delle accusatrici. Nel 2014, infatti, ha puntato il dito contro il patrigno Woody Allen: secondo la sua versione, il regista avrebbe abusato sessualmente di lei quando aveva sette anni. In tutta questa storia, l'unica che non aveva detto ancora nulla era la mamma, Mia Farrow, che il 25 aprile 2018 ha chiarito la sua posizione durante il gala di Time 100: «Avrei preferito che tutto venisse archiviato. Non volevo resuscitare il caso. È stato un capitolo orribile per tutti noi».

LE REAZIONI DI MIA FARROW E DI ALCUNE COLLEGHE DI WOODY ALLEN

L'attrice ha parlato con i giornalisti presenti, cercando di raccontare cosa ha provato nel 2014 quando Dylan ha pubblicamente rivelato la storia, già emersa negli Anni '90 ma che è stata trattata come un pettegolezzo: «Sentivo dentro di me una voce che mi diceva: 'Sono orgogliosa di te, sei stata molto coraggiosa', mentre il mio stomaco si contraeva perché sapevo che molte persone cattive se la sarebbero presa con me». Mia Farrow ha anche detto che lei, a differenza della figlia, non porta rancore verso i colleghi e le colleghe che hanno continuato a lavorare con Woody Allen anche dopo la accuse, cosa che invece non hanno fatto le attrici Mira Sorvino e Greta Gerwig che a gennaio 2018 si sono ufficialmente allontanate dal regista.

LE ACCUSE DI RONAN FARROW

Sulla vicenda degli abusi sessuali del regista aveva puntato il dito anche il fratello di Dylan, Ronan, sempre nel 2014, in occasione della vittoria di Woody Allen del Golden Globe alla carriera ribadì queste accuse di pedofilia twittando la sua indignazione: «Mi sono perso il tributo a Woody Allen: hanno messo prima o dopo Annie Hall la parte in cui una donna ha pubblicamente confermato che l’ha molestata quando aveva sette anni?», facendo riferimento proprio alla sorellastra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso